Neelie Kroes: Bisogna cambiare passo, serve mercato unico di Internet

MarketingNetworkProvider e servizi Internet
Neelie Kroes: Manca un mercato unico di Internet
3 6 Non ci sono commenti

Quattrocento milioni di utenti europei costretti a giocare “a dadi” per accedere a Internet, perché la banda larga è una lotteria nel Vecchio Continente. In Europa manca un mercato unico di internet

Manca un mercato unico di Internet e della banda larga in Europa. Lo denuncia Neelie Kroes, a capo dell’Agenda digitale europea e vice-presidente della Commissione europea. Quattrocento milioni di utenti europei sono costretti a giocare “a dadi” per accedere a Internet, perché la banda larga è una lotteria nel Vecchio Continente, a causa dell’assenza di un mercato unico della Rete. Un mercato incoerente è destinato a confondere e disorientare gli utenti europei. I fornitori nonn aiutano a scegliere proposte su misura; inoltre la variazione di prezzo può giungere al quadruplo per le connessioni a banda larga più classiche, pur tenendo conto del differente potere d’acquisto.

In media gli utenti raggiungono appena il 75% della velocità di banda larga dichiarata nei termini del contratto. E il 66% dei cittadini non conosce la velocità di connessione alla Rete di cui dispone. Neelie Kroes vuole cambiare passo: “Per internet il mercato unico non esiste. Questa situazione deve cambiare. Non esiste un valido motivo per cui in Europa un utente debba pagare più del quadruplo di un altro per la stessa banda larga“.

Kroes lamenta 28 mercati nazionali separati che impediscono la realizzazione di un Continente connesso. La “balcanizzazione” invece ostacola la trasparenza, i diritti e la possibilità di avere servizi più efficaci.

Neelie Kroes chiede da tempo la fine del roaming mobile nella UE e delle frontiere nelle Tlc, per unire il mercato della telefonia mobile. Kroes ha una visione pan-Europea delle Tlc senza più confini fra i carrier, per recuperare competitività.

Di recente Neelie Kroes ha pubblicato un documento per rendere il cloud più trasparente, più sicuro ed affidabile. Il cloud computing potrebbe generare 2,5 milioni di posti di lavoro, ma è necessario guadagnare la fiducia degli utenti. Un cloud certificato, non sarà sicuro ed affidabile al 100%, tuttavia mitigherà i rischi, e cercherà di evitare la perdita di controllo ed assicurare l’integrità e la privacy. Una lista richiede più trasparenza.

L’Agenda Digitale genera una crescita del Pil Ue del 5% nei prossimi otto anni, e fino a 3,8 milioni di nuovi posti di lavoro, di cui 1,2 milioni in cantiere, con la costruzione di nuove infrastrutture.

Conoscete la storia dell’Europa nella tecnologia? Misuratevi con un Quiz!

Neelie Kroes: Manca un mercato unico di Internet
Neelie Kroes: Manca un mercato unico di Internet
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore