Neelie Kroes (Ue) contro la censura online cinese e a favore del mercato unico cellulari

MarketingNetworkProvider e servizi Internet

Mercoledì è prevista la presentazione del piano della Commissione europea su Tlc e Internet. Kroes, ex Commissario Ue per la concorrenza, punta a un mercato unico cellulari e ad affrontare il tema della censura cinese nell’ambito del Wto

Neelie Kroes, vicepresidente della Commissione Ue, ha detto che il Grande Firewall cinese (la cosiddetta Grande Muraglia tecnologica che isola la Rete cinese dalle “interferenze” straniere) dovrebbe diventare materia di discussione al Wto. La censura online in Cina, che è stata oggetto del braccio di ferro fra Cina e Google (dopo il famoso cyber-attacco contro decine di aziende della Silicon Valley), è una barriera per il commercio elettronico che va affrontata nell’ambito delle norme dell’Organizzazione mondiale per il commercio (Wto).

In Cina Facebook, YouTube, Twitter e Flickr sono tutte piattaforme bloccate per il timore che possanop essere usate per organizzare rivolte.

Ma Kroes, ex Commissario Ue per la concorrenza, ha anche parlato di telefonia mobile. Secondo l’olandese Kroes la Ue sarebbe favorevole a un mercato unico delle comunicazioni cellulari entro il 2015: una tariffa unica dei cellulari azzererebbe o quasi le differenze fra chiamate nazionali e telefonate con l’estero.

Mercoledì è prevista la presentazione del piano della Commissione europea su Tlc e Internet.

Leggi anche: Google in Cina senza filtro e censura, ma passando da Hong Kong

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore