Negli Stati Uniti fuga di dati da record

CyberwarMarketingSicurezza

Negli Usa Symantec e McAfee temono un’ondata di phishing e spam dopo il furto di e-mail a un noto database. A quanto ammontano i costi delle fughe di dati negli Usa

Milioni di indirizzi di posta elettronica dei clienti sono stati trafugati. Nell’occhio del ciclone è Epsilon, azienda texana di marketing online, a cui si rivolgono, fra gli altri, colossi del calibro della banca Citigroup, la catena di elettronica Best Buy, Target, TiVo, US Bank, Disney Destinations e le catene di hotel Marriott International e Hilton Worlwide.

Negli Usa si teme un’ondata di phishing e spam mai vista, e, se sarà confermato il furto, si tratterà di una fuga di dati da record. Il furto sembra aver riguardato soltanto nomi e e-mail e non informazioni personali sensibili, come Social Security Number o i numeri di carte di credito, il che avrebbe potuto generare preoccupanti casi di furti d’identità.

Ponemon Institute ha scoperto che i costi delle fughe di dati negli Usa ammontano a 214 dollari per dato compromesso ovvero 7.2 milioni di dollari per ogni caso. Costi indiretti riguardano i business persi, le notifiche e la difesa legale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore