Negli Usa uno su tre è Android

AziendeMarketingMercati e FinanzaMobile OsMobilityWorkspace
Risolta falla in Android da un team italiano

ComScore fotografa il mercato statunitense tra novembre 2010 e febbraio 2011. Come Google combatte la “frammentazione” su Android

comScore afferma che su quasi 70 milioni di utenti che hanno uno smartphone, un terzo ha comorato Android. Negli Usa uno smartphone su tre è Android come emerge dai dati del mercato smartphone nel trimestre fra novembre 2010 e febbraio 2011. Google detiene il 33% del mercato, con una crescita di sette punti percentuali rispetto al trimestre precedenti.

Apple iOS aumenta dello 0,2% a quota 25,2% degli utenti, mentre cala il market share di BlackBerry (dal 33,5% al 28,9%), Windows Mobile/Windows Phone 7 (dal 9% al 7,7%) e di PalmOS/WebOS (dal 3,9% al 2,8%).

L’Open Source è sempre stato il punto di forza di Android perché qualunque azienda produttrice di dispositivi mobili può usarlo. Ma un prezzo, per questo, Google ha dovuto pagarlo: la frammentazione. Per evitare ritardi negli aggiornamenti (che ogni azienda doveva adattare alla propria skin – fosse Htc Sense o MotoBlur) e disagi di vario genere, Google avrebbe deciso di porre un limite a tutto questo introducendo nelle licenze d’uso delle “clausole di non-frammentazione”. Le clausole lasciano a Mountain View l’ultima parola sulle modifiche alla piattaforma che potrebbero compromettere un telefono altrimenti perfettamente funzionante. Spiega Gizmodo: “Gli OEM sembrano non gradire l’iniziativa, ma dovrebbero. Perché quello che Google sta facendo è assicurarsi che i consumatori sappiano esattamente quello che comprano. Sta facendo sì che “Android” significhi qualcosa di preciso”. Lo riporta Bloomberg. In fondo è una forma di controllo di qualità.

Google Android
Google Android conquista uno smartphone su 3
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore