Nei college americani non si sogna più la dot-com

Network

Calo di interesse degli studenti nei confronti di impieghi in aziende hi-tech

Sono finiti i tempi in cui le dot-com erano la meta più ambita dai neo-laureati statunitensi. Gli studenti dei college non sono più affascinati dal richiamo dellhi-tech perché temono che lattuale down della new economy possa avere conseguenze anche per il futuro degli investimenti in questo settore. La conclusione arriva da uninchiesta svolta da Jobtrak.com, sito specializzato in domande e offerte di lavoro per i ragazzi dei college, che recentemente è stato acquisito da Monster.com. Del migliaio di studenti intervistati, appena il 12% ha detto che punterà ad un lavoro nelle dot-com o nelle startup IT dopo la laurea, con un calo del 26% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le aziende più gettonate dai giovani sono le top 1000 di Fortune che passano dal 31 al 36% delle preferenze, seguite a breve distanza da società di medie dimensioni che aumentano decisamente passando dal 27 al 35% delle scelte. Il downtown delleconomia, non interessa stranamente le aspirazioni di lavoro autonomo leggermente aumentate dal 16 al 17% nellultimo anno. Secondo il Dr. Richard White, direttore dei servizi allimpiego della Rutgers University, i risultati dellinchiesta dimostrano come gli studenti guardino innanzitutto a lavori stabili, presso aziende consolidate, meglio se di grandi dimensioni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore