Nei servizi HP guarda all’open source

Aziende

Hewlett-Packard ha un nuovo boss esperto di open source e potrebbe vendere servizi ispirati a questo modello di licenze

Anche HP sta scoprendo il pianeta dei software a sorgente aperto, esplorando soluzioni nell’ambito della vendita di servizi open source per semplificare la customer participation nelle comunità di programmazione open source. Christine Martino è stata nominata lo scorso novembre Open Source and Linux Organization di Hewlett-Packard. HP ha già sviluppato dei tool da trasformare in prodotti e servizi gestiti da vendere secondo diversi modelli di business. HP vuole produrre profitti entrando nell’ambiente di programmazione open source, sulle orme di Ibm. L’area dei Managed service può diventare un ambito per sfidare rivali come Ibm e Dell.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore