Nel 2005 crimini informatici triplicati

Sicurezza

Uno studio di Aladdin conferma esponenziali aumenti

Il Content Security Response Team di Aladdin Knowledge Systems ha reso pubblici i dati di uno studio dal titolo ?Aladdin eSafe malicious code report: The big Threats Shift? dal quale emerge come, lo scorso anno, gli attacchi basati su trojan e spyware siano drammaticamente aumentati. In particolare, il report mette in risalto come gli spyware siano in aumento del 213%. Questi attacchi sono passati da 1.083 del 2004 a 3.389 del 2005. Il fenomeno si riferisce ai software progettati per prendere il controllo totale o parziale dei computer degli utenti senza il loro esplicito consenso per perpetrare crimini o frodi finanziarie.

In forte aumento anche gli attacchi di tipo Trojan, cresciuti del 142%, passando dai 1.455 del 2004 ai 3.521 del 2005. I trojan sono programmi che si presentano come giochi o file grafici originali e autentici la cui esecuzione, di fatto, attiva sul Pc dell’utente codici maligni.

Virus e altri attacchi sono in aumento del 56%, dai 6.222 del 2004 ai 9.713 del 2005. In questa categoria rientrano e-mail worm e file in grado di replicare o propagare in maniera autonoma applicazioni maligne. A differenza di Spyware e Trojan, virus e worm hanno la capacità di diffondersi attraverso e-mail, sistemi di instant messaging e altre applicazioni di rete. ?L’aumento del fenomeno Spyware indicato nel report di Aladdin, testimonia la rapida diffusione di organizzazioni criminali cheutilizzano il computer invece dei metodi tradizionali – dichiara Shimon Gruper, vicepresidente della business unit eSafe di Aladdin-. In futuro, il potenziale distruttivo di Spyware e Trojan costituirà una seria minaccia non solo per gli utenti, ma anche per le aziende. E’ ormai chiaro che il crimine informatico non è più un gioco, ma uno strumento per impossessarsi in modo fraudolento dei dati e dell’identità degli utenti?.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore