Nel 2014 Blackberry ha venduto il 70% di smartphone in meno

MobilitySmartphone
Mwc 2015 - BlackBerry diventa multipiattaforma per iOS, Android e Windows Phone
1 0 1 commento

Il Ceo John Chen ha rifocalizzato il Blackberry nel segmento business, ma le vendite si fermano a 5.8 milioni di unità nell’intero anno

Il 2014, sotto la guida del Ceo John Chen, è stato un anno di svolta per il Blackberry: ha rilanciato il Blackberry Classic, dedicato ai fedeli alla tastiera, ma con schermo più ampio e con accesso all’App store Android di Amazon; sul versante software, ha svelato Blackberry Blend e Blackberry Assistant; ha siglato una partnership con  Samsung per portare Bes 12 sui Galaxy; ha tentato una proposta coraggiosa come Blackberry Passport. Ma tanto “attivismo” non si è tradotto in una ripresa del vendor canadese, inventore dell’email mobile.

Blackberry Classic Keyboard
Blackberry Classic Keyboard

Secondo Idc, le vendite si fermano a 5.8 milioni di unità nell’intero 2014. Blackberry detiene un market share dello 0,5%. Le vendite di dispositivi sono crollate del 70% in un anno. Google Android e Apple iOS, insieme, vantano il 96% di quote di mercato.

Sotto la direzione di Chen, BlackBerry sta collaborando con Samsung nella gestione dei dispositivi mobili, progetta di generare nuovo fatturato dalla vendita di software a utenti business e governi, e ha introdotto nuovi smartphone negli ultimi mesi del 2014.

Nell’ultimo trimestre dell’anno, mentre Apple vendeva più di 74 milioni di iPhone, raggiungendo Samsung, il market share di Blackberry calava allo 0,4%.

Il Passport è in commercio da fine settembre e il Classic solo da dicembre. Ci vorrà tempo per consentire ai nuovi dispositivi di recuperare il terreno perduto.

I power professional rappresentano il 7-8% del mercato smartphone. I professionisti in movimento, con alta capacità di spesa IT, usano i loro device fino al 50% del tempo di lavoro e rappresentano il 30% del business degli smartphone.

La strategia di Chen consiste nel mantenere il Blackberry competitivo nel mercato smartphone, mentre si focalizza in machine-to-machine communications (M2M). QNX ha un futuro nell’automotive.

Il CEO John Chen scommette su 10 milioni di unità previste nel 2015, grazie ai nuovi BlackBerry Passport e BlackBerry Classic. Se il vendor raggiungerà gli obiettivi, vorrà dire che il BlackBerry crescerà del 72% rispetto ai 5.8 milioni di unità venduti nel 2014. E il market share, crollato dall’1,9% allo 0,4%, tornerà a riprendere fiato.

È stato un anno molto impegnativo per gli smartphone, ma cosa ricordi delle grandi uscite dello scorso anno appena concluso? Misurati con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore