Nel mercato di Internet Mobile, il futuro appartiene all’Asia

AziendeMarketingMercati e FinanzaMobilityWorkspace
Huawei Ascend P6, lo smartphone più sottile al mondo
0 1 Non ci sono commenti

Nel 2013 il numero degli utenti Internet nel mondo in via di sviluppo supererà per la prima volta gli utenti Internet dei Paesi sviluppati: sono cresciuti di 27 volte dal 2007. La Cina e l’Asia spostano l’ago della bilancia hi-tech ad Est

Il centro di gravità si sta spostando dagli USA all’Asia: la Cina è la seconda economia mondiale, mentre Singapore gestisce tanti patrimoni quanto la Svizzera.  La globalizzazione post-grande-recessione vede il baricentro spostarsi ad Est. Anche sul Web e nuove tecnologie, il peso dell’Asia è sempre più significativo. Gli smartphone hanno trainato nell’ultimo quinquennio un’industria che vale 2 trilioni di dollari, e riunisce operatori mobili, produttori di dispositivi e fornitori di contenuti. Ma in Europa la crescita è appena del 12% contro il boom dell’Asia. Nel mercato di Internet Mobile, il futuro appartiene all’Asia. Secondo l’ITU, la regione Asia Pacifico avrà più utenti di Internet mobile di Europa ed Americhe mese insieme.

La Cina conta già 591 milioni di utenti Internet (il 44% della popolazione cinese usa il Web), ma i possessori di smartphone sono in grande spolvero nell’ex Celeste Impero: secondo China Internet Network Information Centre (Cinic), 464 milioni di utenti hanno avuto accesso a Internet via smartphone o tramite altri dispositivi wireless. Ciò corrisponde a una crescita del 10% sul 2012.

Non stupisce dunque la prorompente crescita di aziende IT nel Mobile in Cina e in Asia. Baidu ha annunciato che pagherà 1.9 miliardi di dollari per acquisire l’application storew 91 Wireless Websoft. Alibaba è ormai valutata 62.5 miliardi di dollari secondo Bloomberg. Sina Weibo, il servizio simile a Twitter, conta ormai 500 milioni di utenti registrati, di cui 46 milioni utenti quotidiani. L’instant messaging Tencent di QQ vanta 798.2 milioni di utenti registrati; WeChat di Tencent ha 300 milioni di utenti.

Nel 2013 il numero degli utenti Internet nel mondo in via di sviluppo supererà per la prima volta gli utenti Internet dei Paesi sviluppati: sono cresciuti di 27 volte dal  2007.

Utenti Internet nel mondo

L’Asia ha ancora spazio per crescere nei prossimi due decenni, visto che 23 utenti su 100 in Asia sono utenti di Internet mobile, oggi, contro i 67 in Europa e i 48 nelle Americhe. Exponential Interactive prevede che l’Asia trainerà il mercato globale per i prossimi 20 anni. La crescita dell’Asia arriverà da dispositivi dieci volte meno costosi degli Android economici di oggi.

Attualmente in Cina solo un quinto del miliardo di utenti utilizza il 3G. Per crescere, la Cina a ancora intere vaste praterie di fronte a sé.

L’India è il secondo mercato asiatico, dove l’Android più economico costa 50 dollari, ma Nokia e Samsung abbasseranno i prezzi dei feature phone di altri 20 dollari. Da qui al 2017, eMarketer stima che Cina ed India sono destinate a detenere più del 28% dei nuovi abbonati di smartphone. Il market share dell’India nel mercato globale degli abbonati smartphone, triplicherà.

Anche nell’hardware l’Asia avanza, anche senza contare le performance della sud-coreana Samsung. La cinese Huawei prevede una crescita del 10% del fatturato nel 2013. Lenovo punta a una posizione di leadership, magari via acquisizioni. Invece Apple è destinata a perdere market share, visto che arretra in Cina nel secondo trimestre rispetto a quello precedente: a Hong Kong Apple è scesa dal 54% al 46% secondo Canalys. A cannibalizzare le vendite di Apple nei mercati emergenti sono vendor come Xiaomi e Vivo, secondo Nomura. Xiaomi produce dei dispositivi simili all’iPhone ma che costano la metà di iPhone 5. In India il vendor Micromax ha rilasciato Canvas 4, uno smartphone con funzionalità paragonabili a Samsung Galaxy S3 e Note 2.

comScore conclude che, man mano che il mercato diventa maturo, vedremo i prezzi di smartphone e tablet crollare. La concorrenza non solo avanza, ma morde i margini di tutti i big player.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore