Nell’ascesa del Web 3.0, Zynga vale quanto EA e dietro WikiLeaks c’è Amazon

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace

Zynga, il produttore di FarmVille e FrontierVille, è valutato 5.51 miliardi di dollari, più di EA. Intanto WikiLeaks si appoggia al cloud di Amazon

Il Web 3.0, in cui la partecipazione del pubblico farà la parte del leone, è alle porte. Il Web sta evolvendo dall’interazione con l’utente finale alla vera e-participation grazie a un’ondata partecipativa da social network, videogame, blog e nuove tecnologie. In questo scenario motori dell’innovazione sono Facebook (forte di 500 milioni di utenti attivi), Zynga (il produttore di Farmville) e Amazon: tutte e tre sono, non a caso, investitori di sFund, uno dei protagonisti del prossimo Web 3.0.

Ma vediamo cosa succede intanto nel Web 2.0 tra questi stessi player. Mentre si affaccia prepotente l‘era post-Pc, a Wall Street Zynga vale quanto EA e dietro WikiLeaks c’è Amazon. Zynga Game Network ha sorpassato Electronic Arts come valore di mercato mettendo l’accento sui social gaming rispetto ai “vecchi” giochi su Pc e console. Zynga, il produttore di “FarmVille” (con 57.6 milioni di utenti secondo AppData) e “FrontierVille,” è valutato 5.51 miliardi di dollari, mentre EA (il secondo venditore di titoli di videogame) vale solo 5.16 miliardi di dollari al Nasdaq Stock Market. Segno dei tempi che cambiano. EA ha tagliato 2,500posti di lavoro dal 2008, ma il mercato videogame retail (software e hardware) è calato del 9% (fonte: Npd).

WikiLeaks infine sta usando i server americani di Amazon.com per fare il mirror del suo controverso rilascio di documenti segreti, incluso l’ultimo Iraq War Logs. La legge federale 47 USC 230 protegge Amazon dall’essere connessa a WikiLeaks (n quanto il sito tiene i dati sull’infrastruttura AWS cloud di Amazon), ma c’è chi potrebbe convincere

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore