Nero 7 Premium

LaptopMobility

La versione 7 Premium della suite di masterizzazione Nero porta novità importanti senza stravolgere le modalità di utilizzo

Già a partire dalla versione 6 Reloaded, Nero è diventato molto di più di un programma per masterizzare Cd e Dvd. Questa è solo una delle sue funzioni di base, accanto a quelle per organizzare e riprodurre musica, video e fotografie. I miglioramenti della versione 7 Premium proseguono la tendenza migliorando la facilità d’uso e il supporto alle nuove tecnologie, alzando ancora una volta lo standard di riferimento con cui i concorrenti devono confrontarsi. La suite è composta da 21 applicazioni separate, installate però simultaneamente dal rapido programma di setup. La prima novità importante è l’icona NeroHome che appare sul desktop di Windows accanto a quella dell’applicazione Nero StartSmart già nota dalla precedente versione. NeroHome è un programma per la visione di filmati, Tv, musica e fotografie che segue il modello di Windows Media Center. Si apre a pieno schermo e può essere comandato dai principali telecomandi per Pc; registra i programmi Tv e ha una funzione time-shift per mettere in pausa la trasmissione. Comodo e abbastanza intuitivo, non è però pratico e completo come il suo modello. Un’altra piacevole novità di Nero 7 è l’icona Nero Scout che appare nella finestra delle risorse del computer. All’interno di questa unità virtuale troviamo tutti i video, i file musicali e le fotografie memorizzate negli hard disk del computer, ordinati in cartelle per genere, autore, data ecc. La potenza di Nero Scout sta nel fatto che la classificazione è completamente automatica: basta inserire nella maschera delle preferenze il percorso delle cartelle da indicizzare, e Scout inizia a scandire il contenuto estraendo le informazioni dai tag Mp3 e dalle intestazioni di foto e filmati. Naturalmente Nero 7 contiene versioni migliorate di tutti i programmi che componevano la precedente versione della suite. Le novità più interessanti riguardano il programma principale, Burning Rom, che è stato completamente rivisto. Il motore di masterizzazione supporta anche Blu Ray, uno dei successori dello standard Dvd, e in aggiunta supporta la scrittura su più unità per realizzare velocemente copie multiple. L’aspetto della finestra di Burning Rom è diventato completamente configurabile: si può scegliere tra quattro differenti suddivisioni dei quadranti oppure rimuovere del tutto la finestra destinata alla scelta della cartella sorgente, che si può semplicemente trascinare nella finestra di Nero dopo averla selezionata dal desktop di Windows. Il risultato è un migliore sfruttamento dello spazio della finestra, soprattutto nei Pc con bassa risoluzione dello schermo. Anche la barra dei pulsanti è personalizzabile, con una modalità che ricorda quella delle barre di Microsoft Office. Un’altra area dove Nero Burning 7 supera il predecessore è la gestione dei Cd che contengono musica. Ora una voce del menu Extra richiama in un attimo l’estrattore di tracce audio (ripper), che mantiene una copia locale del database Cddb di artisti e album per dare automaticamente il nome della traccia anche quando la connessione Internet è inattiva. Si può scegliere a piacere la regola di assegnazione dei nomi alle tracce estratte dal Cd, ed è possibile codificare in tempo reale nei formati Mp3, Mp3pro e Nero Digital, che sono accettati dai più noti Mp3 player portatili. Nero Burning Rom 7 può anche transcodificare i file musicali per ottenere una raccolta di formato omogeneo, ma non lascia trasformare i file Wma in file Mp3. Nonostante il gran numero di novità, il programma si usa come i predecessori, e quindi la creazione di un disco inizia con la scelta del formato desiderato. Anche questo elenco si è arricchito: ora è possibile creare dischi leggibili dalla console Xbox, Dvd Rom conformi all’ultima versione delle specifiche Udf, e Dvd-Video a partire da una cartella su hard disk.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore