Password: Nessun progresso, ancora troppo banali

AutenticazioneSicurezza
Nessun progresso sulle password: troppo banali

Al primo posto svetta la password 123456, seguita dalla sequenza, solo più ampia, 123456789 e da qwerty. La denuncia di Keeper Security

Le peggiori password del 2016 sono anche le più comuni, banali e prevedibili. Gli utenti sembrano ancora candidi e sprovveduti quando impostano password facili da indovinare. Anche l’anno scorso 123456 è stata la password più gettonata, fra le oltre 10 milioni di password rubate nei vari data breach (di LinkedIn, MySpace, Tumblr e Twitter, AdultFriendFinder e Yahoo), associate alle più svariate piattaforme online. A denunciare la scarsa sicurezza da parte degli utenti è Keeper Security.

Nessun progresso sulle password: ancora troppo banali
Nessun progresso sulle password: ancora troppo banali

Il podio è così composto: al primo posto la prevedibile 123456, seguita dalla sequenza banale, solo più ampia, 123456789 e da qwerty, le prime lettere della tastiera.

La classifica viene stilata, pescando dal database di oltre 10 milioni di parole chiavi disponibili sul web, frutto di trafugamento di dati nel corso dell’anno, come la doppia eclatante violazione ai danni di Yahoo!. I ricercatori hanno così scoperto che il 17% dei cyber naviganti non demorde: l’inossidabile “123456” è ancora la password numero uno per accedere a servizi online. La metà dei 10 milioni di password basate su parole appartiene ai primi 25 vocaboli più utilizzati.

Da anni gli esperti consigliano misure precauzionali: basterebbe scegliere password originali, intervallate ds lettere maiuscole e caratteri speciali, per evitare tante violazioni di dati.

A stupire è 18atcskd2w: la password, apparentemente complessa, si piazza al quindicesimo posto delle password più frequenti. La stringa è finita tra quelle più deboli e più rubate, perché, secondo il ricercatore Graham Cluley, è la password per creare account, impiegata da botnet – le reti di pc Zombie frutto di malware, ideate per propagare spam nei forum online.

– Cosa sapete di questi clamorosi casi di hacking ed attacchi cyber? Mettetevi alla prova con il nostro Quiz!

– A che punto sei con l’adozione del cloud computing? Partecipa alla nostra inchiesta

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore