Netcomm: Le cinque tendenze dell’e-commerce

E-commerceMarketingNetwork
Web Summit 2015: Startup sempre più centrate su cloud, mobile e big data
8 6 Non ci sono commenti

Netcomm spiega come cambiano gli acquisti online, nell’evoluzione da eCommerce a Net retail. Hanno superato quota 50 milioni le operazioni di shopping in Rete. Le stime sull’e-commerce per fine 2014

Venti milioni di italiani hanno acquistato online almeno una volta nella vita. Lo riporta una ricerca di Netcomm, secondo la quale nell’e-commerce c’è parità di genere: lo scontrino medio delle donne è pari a quello degli uomini, nello shopping in Rete il gender gap è assente, visto che “per ogni 100 euro spesi online da un uomo in una certa categoria, le donne ne spendono nella stessa 193 (se sono cosmetici) o 174 (se sono gioielli)”. Inoltre circa il 10% dei 700 miliardi di euro di acquisti retail avviene dopo che l’utente si è informato in Rete: passa dal Web la decisione degli acquisti.

Nell’ultimo trimestre hanno oltrepassato i 50 milioni le operazioni di acquisto in Rete e le previsioni per fine 2014 sono di 200 milioni di operazioni. Nello studio, intitolato “Net Retail – Il ruolo del digitale negli acquisti degli italiani”, commissionata da Netcomm a Human Highway e realizzata con il contributo di Banzai, Postecom e QVC, emerge che sta crescendo l’acquisto da dispositivi mobili: “Gli e-shopper, cioè quanti hanno effettuato un acquisto negli ultimi tre mesi, sono passati in tre anni da 9 a circa 16 milioni. Il 20% degli e-shopper ha fatto almeno un’esperienza di acquisto utilizzando un’App su smartphone, il 13% utilizzando un’App su tablet.

L'e-commerce secondo Netcomm: 20 milioni gli italiani che hanno acquistato online almeno una volta nella vita
L’e-commerce secondo Netcomm: 20 milioni gli italiani che hanno acquistato online almeno una volta nella vita

Ma scendiamo nei dettagli. Se sono 20 milioni gli italiani che almeno una volta nell’arco della vita hanno acquistato online un bene e servizio, si attestano a 16 milioni gli italiani che hanno fatto e-commerce nell’ultimo trimestre. Gli e-shopper abituali, che fanno shopping su base mensile, a febbraio 2014 si aggiravano sui 9,4 milioni: la crescita sfiora il 20% nell’ultimo anno. Gli acquirenti sporadici (uno o due acquisti nell’arco del trimestre) superano i 6 milioni: registrano un incremento del 3,7% in più rispetto ad aprile 2013. Il totale degli atti di acquisto degli e-shopper è di circa 50 milioni di operazioni nell’ultimo trimestre, con una crescita del 17% rispetto allo stesso periodo del 2013, e la stima è di 200 milioni di operazioni per fine anno. ll 65% dei beni acquistati è stato un prodotto fisico, mentre il restante 35% un servizio o un bene digitale.

Ma la vera evoluzione in atto è il passaggio dall’e-commerce classico al fenomeno del Net Retail, destinato a rivoluzionare il vecchio modo di individuare, scegliere e acquistare i

Sono questi alcuni dei dati presenti nell’ultima ricerca, sono cinque le tendenze che alimentano la crescita del Net Retail:

  1. La crescente familiarità con i servizi online da parte di oltre metà della popolazione italiana maggiorenne;
  2. L’aumento di banda larga, anche se in Italia rimane molto da fare la tendenza è positiva e la banda larga si diffonde presso un numero crescente di famiglie e luoghi di lavoro (+93% nell’ultimo anno);
  3. La capillare diffusione dei dispositivi mobili connessi alla Rete;
  4. L’offerta dei Merchant dell’online, sia in termini di varietà che di qualità del servizio offerto;
  5. La qualità del sistema di trasporto e consegna dei prodotti fisici acquistati in Rete.

Il digitale è diventato una componente fondamentale delle nostre attività – afferma Roberto Liscia Presidente di Netcomme il 2014 è sicuramente un anno in cui diversi fattori hanno rafforzato la trasformazione dei comportamenti dei consumatori, il cambiamento dei modelli di business delle imprese e hanno contribuito alla internazionalizzazione dei mercati. Il mercato italiano, nonostante le sue difficoltà, è oggi considerato dagli osservatori internazionali molto promettente e con grandi possibilità di crescita. Lo dimostrano la crescita del fatturato, l’impennata del numero di acquirenti online, le imprese che stanno abbandonando ogni reticenza e cominciano a pianificare la trasformazione digitale del proprio business. Per questa ragione, possiamo finalmente parlare di NetRetail, inteso come un’evoluzione dell’ecommerce che abbiamo osservato fino ad oggi e che investe i comportamenti di acquisto ad ampio spettro. Al punto che se gli acquisti online incidono per il 2% sul totale del commercio, in realtà ben il 10% dei 700 miliardi di acquisti retail è deciso informandosi sul Web”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore