Netscape 6

Workspace

Finalmente Netscape Communicator ha un erede, anche se il nuovo arrivato annega in un mare di lentezza e instabilità

Dopo anni di incertezza e circa dodici mesi di sviluppo, Netscape 6 è finalmente arrivato sui nostri computer, anche se le iniziali impressioni duso sono tuttaltro che favorevoli. La tanto pubblicizzata promessa di un browser veloce e leggero non è stata mantenuta, linstabilità generale è decisamente fastidiosa e limpossibilità di visualizzare e caricare correttamente diversi siti Web lasciano al fedele utente Netscape una sensazione di abbandono e delusione, aggravata dal dubbio di come una software house del calibro di Netscape (il cui padrone è nientemeno che Aol) abbia potuto rilasciare un prodotto ancora così prematuro. Nellattesa di una sostanziosa patch o di una versione 6.1, cercheremo di analizzare nel bene e nel male quello che offre la release 6, a partire dalla maggior velocità di navigazione, dal client di posta piuttosto sofisticato e soprattutto dai numerosi strumenti per la protezione della privacy, sempre più importante e sempre più bistrattata quando ci si collega alla rete Internet. Anche Netscape ha adottato la tipologia di installazione di Internet Explorer, che prevede il download di un piccolo programma (circa 300 Kbyte) il quale permette successivamente di scegliere quali componenti installare sul sistema, per poi scaricarli dalla Rete. Linstallazione del solo browser richiede un download di circa 7,5 Mbyte, che salgono a 24 se si scarica anche la Virtual Machine Java, il Real Player 8, il client di posta e gli altri programmi accessori; se la linea telefonica dovesse cadere durante questa fase si potrà riprendere il download dal punto in cui si era interrotto. In generale linstallazione di Netscape 6 richiede molto meno tempo di quella di Internet Explorer, un minor download di dati e non necessita del riavvio del Pc, mentre qualche problema è stato riscontrato durante linstallazione della Virtual Machine Java, che ha causato saltuari crash delle macchine in prova. Alla base di ogni browser si trova un componente definito con laltisonante nome di rendering engine. Il suo compito primario è trasformare i dati in input (fondamentalmente tag Html) in un output su video (le pagine Web che normalmente vediamo). Con levoluzione dei linguaggi per il Web il compito dei browser è diventato sempre più pesante e critico se da un lato è necessario possedere una Cpu relativamente giovane (Pentium II o AMD K6), dallaltro è fondamentale avere a disposizione un rendering engine ottimizzato ed aggiornato con i tempi. Netscape 6 in questo caso si configura come un sostanziale passo avanti rispetto al predecessore. Ma alla prova dei fatti si è capito come Internet Explorer fosse ancora un passo più avanti, rispetto ai 15-20 secondi per partire, almeno 20 Mbyte di memoria Ram occupata e bassissime velocità di ridimensionamento della finestra e scrolling di Netscape. Per effettuare i test abbiamo prima caricato completamente pagine Web elaborate e complesse, poi abbiamo caricato unaltra pagina e infine abbiamo premuto il pulsante Back, cronometrando il tempo di rendering. Questo artificio ci è servito per permettere ai due browser di caricare i dati direttamente dalla cache interna e non dalla Rete, eliminando i possibili problemi derivati dalla larghezza di banda limitata e da percorsi di ricerca differenti. Il client di posta elettronica Messenger è una delle più grandi innovazioni di Netscape 6, a partire dalle dimensioni appena 1 Mbyte di download. Le altre novità principali sono lintegrazione con Netscape Netcenter, lAol Instant Messenger e il supporto per gli account multipli (finalmente!). Grazie agli account multipli, infatti, non è più necessario definire un set di utenti da selezionare allavvio di Netscape, mentre il nuovo Filter Editor migliora notevolmente lintero processo di creazione e gestione dei filtri per lo smistamento della posta. Messenger ora si integra alla perfezione anche con Netscape Webmail, il servizio di posta elettronica via Web simile a Hotmail, Yahoo Mail e fratelli. Quello che più ci ha colpiti è stata comunque linterazione tra Messenger e Aol Instant Messenger (Aol IM) se si sta infatti leggendo un messaggio di posta il cui mittente è inserito tra i contatti di Aol IM, si potrà dare inizio a uno scambio di brevi messaggi o anche a una chat con esso. Attualmente è garantita linteroperabilità solo tra Messenger e Aol IM, ma nel breve futuro ci si potrà attendere anche lintegrazione con il ben più celebre Icq, anchesso posseduto da Aol. Sul fronte della sicurezza e della privacy Netscape 6 integra alcune soluzioni piuttosto interessanti, quali il Cookie Manager e il Password Manager. Con il primo tool è possibile gestire con facilità i cookie, piccoli file di testo che memorizzano informazioni generiche sullutente e possono anche permettere ai siti che li hanno spediti di crearsi un profilo di quellutente. La cosa non è di certo piacevole, ma grazie al Cookie Manager è possibile accettare tutti i cookie che arrivato da siti affidabili e rifiutare quelli di siti poco attendibili o che cercano di spedire cookie multipli sotto nomi differenti. Col Cookie Manager, raggiungibile dal menu Tasks/Privacy and Security, è inoltre possibile eliminare i cookie accettati per sbaglio. Il Password Manager si rivela invece di aiuto nel memorizzare le coppie username/password utilizzate per accedere ai siti protetti. Ogniqualvolta apparirà la richiesta di inserire username/password per un nuovo sito, Netscape 6 chiederà se si desidera memorizzare la coppia di valori per non doverla più riscrivere in futuro. Tutte le informazioni vengono memorizzate in un file protetto da crittografia forte, anche se questo non è di alcuna utilità se per caso un altro utente ha accesso al vostro Pc e di conseguenza a tutte le password inserite nel database generale. Per ovviare a questo problema il Password Manager permette quindi di impostare una master password; tutte le opzioni del Password Manger sono raggiungibili dal menu Tasks/Privacy and Security, come per il Cookie Manager. Caratteristiche 3 Facilità duso 4 Documentazione 4 Rapporto Qualità/Prezzo N.D. (Voto max.5) PRO Semplice da usare, nuove funzioni interessanti, interfaccia CONTRO Lento nella visualizzazione e nel resize delle finestre, instabile, troppo avido di memoria Ram

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore