New York vuole la stangata sull’iPod

Autorità e normativeNormativa

New York, indebitata fino al collo, prepara una tassa sul player digitale: l’iPod tax sarebbe del 4 percento su ogni brano scaricato

Il governatore di New York forse sarà costretto a tassare l’iPod (insieme ad un pacchetto di 88 nuove tasse complessive) per rimediare alla valanga di debiti, figlia della crisi attuale, da cui è sommerso: 15,4 miliardi di dollari.

New York vuole la stangata sull’iPod: l’iPod tax sarebbe del 4 percento su ogni brano scaricato, facendo quindi salire il prezzo dei 99 centesimi per download.

La tassa colpirà anche i download di e-book su Kindle di Amazon e i download di video.

La tassa era stata introdotta già in Nebraska, Tennessee, il District of Columbia, Alabama, Louisiana, Maine, New Jersey, New Mexico, South Dakota, Arizona, Colorado, Hawaii, Idaho, Indiana, Kentucky, Texas, Utah. Ma finora iTunes si era salvato dagli aumenti, in quanto i download dovrebbero essere tassati laddove il servizio è operativo ovvero in California, dove l’iPod tax non è attiva.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore