Nexus 7, Jelly Bean con l’anti Siri, Nexus Q e Google Glass: Google I/O sotto i riflettori

AziendeDispositivi mobiliMobile OsMobility
I Google Glass Explorer Edition sono in vendita da oggi

Le novità, sia hardware che software, di Google mandano in visibilio la platea del Moscone Center di San Francisco. Lo stupore raggiunge il culmine quando entra in scena il co-fondatore Sergey Brin con i super occhialini computerizzati: lascia i developer a bocca aperta la demo del lancio dei paracadutisti, guidati via Google Glass, sul tetto del centro congressi dove si svolge la conferenza sviluppatori Google I/O. Durante l’atterraggio, naturalmente, le immagini riprese dai loro occhiali venivano trasmesse in sala, nello stupore collettivo. Ma i Google Glass, con la realtà aumentata e Android, sono solo la ciliegina sulla torta di un evento scoppiettante in cui Google ha sfoderato il Nexus 7, un tablet consumer da 199 dollari anti-iPad e anti-Kindle Fire, con display da 7 pollici dedicato al consumo di media, la nuova piattaforma 4.1 (Jelly Bean con assistente vocale) e Nexus Q, per lo streaming di audio e video per chi possiede device (tablet o smartphone) Android. E una nota: Android conta un milione di attivazioni al giorno e ha conquistato 400 milioni di dispositivi su scala globale. Ecco, una per una, le sorprese del motore di ricerca di Mountain View a Google I/O

Dal 27 al 29 giugno si svolge a San Francisco la conferenza sviluppatori Google I/O. Quest’anno Google ha fatto le cose in grande: ha presentato  l’attesissimo Nexus 7, un tablet consumer anti-iPad, anti-Kindle Fire ma che dovrà sfidare anche Surface tablet di Microsoft: si tratta di un tablet da 7 pollici low-cost, da 199 dollari (circa 163 euro), orientato al consumo di media (le apps e i giochi di Google Play, gli e-book, i film e la musica, oltre a foto e video). Nexus 7, realizzato a Taiwan da Asus, è il tablet di Google, con schermo IPS con risoluzione da 1280×800 e processore  quad-core Nvidia Tegra 3. Dotato di GPU 12-core, vanta 1GB RAM. Lo completano una porta Micro-USB e una fotocamera solo frontale da 1.2 Megapixel, giroscopio, GPS, accelerometro, microfono e connettività WiFi 802.11a/b/g/n. Entra facilmente nella tasca di una giacca. Ha una fotocamera frontale, ma non sul retro. Il tempo di avvio è davvero ridotto, lo schermo è brillante e vivido. Il sistema operativo risulta fluido e Google lo ha definito “un burro”, il che dice tutto. A metà luglio verrà messa a scaffale la versione da 8GB a 199 dollari, mentre quella da 16GB sarà venduta a a 249 dollari .

Google inoltre ha svelato la nuova piattaforma 4.1 (Jelly Bean con assistente vocale). Infatti il nuovo motore di ricerca funziona in stile Siri, accettando domande nel linguaggio naturale e rispondendo, tuttavia fornisce un suono migliore di quello di Siri. Google Now vi tiene aggiornati con informazioni utili dovunque vi troviate: se andate in un ristorante, vi suggerirà il menu. Android 4.1 promette performance più veloci e la ricerca vocale. Il nuovo metodo di inserimento testo vocale prevede di dettare testi offline, senza necessità di una connessione a internet. La nuova interfaccia, infatti, ha un tempo di aggiornamento minore, un tempo di risposta migliore e funziona a 60 frame al secondo. Google promette un’autonomia di 9 ore di video in 720p HD. Le foto scattate si modificano con semplicità su Jelly Bean.

Nexus Q è il dispositivo dedicato allo streaming di audio e video per chi possiede device (tablet o smartphone) Android.Nexus Q è la risposta di Google ad Apple Tv. Si tratta di un dispositivo multimediale, dedicato allo streaming audio e video, basato su Android collegato ad ogni stanza di casa. Gli accessori per il Nexus sono gli altoparlanti Triad sono ottimizzati per il Nexus Q: hanno un tweeter da 1 pollice e 6 subwoofer da 1/2 pollici. La connettività è affidata a ethernet, Bluetooth e NFC, e ha uscite audio ottico e micro-HDMI. Per  299 dollari, permette anche di socializzare la playlist con gli amici.

Infine già a inizio 2013 gli sviluppatori potranno mettere le mani sui Google Glass Explorer Edition, al prezzo di 1500 dollari, mentre la versione consumer arriverà dopo. I superocchialini computerizzati saranno dotati di giroscopio, bussola, comandi touch, processore e tanta memoria. Sono ideali per la ripresa fai-da-te, da parte degli atleti, di eventi sportivi e di sport estremi. Certi video su YouTube faranno senza dubbio grande audience.

Nota importante: Nexus Q sarà prodotta negli Stati Uniti. Un messaggio di speranza alla manifattura Made in USA, dopo decenni di delocalizzazione in Asia. Un messaggio di speranza per creare lavoro di alto livello anche negli Stati Uniti.

Nexus 7 di Google
Nexus 7 di Google con Android Jelly Bean
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore