A NGO Day di Microsoft, il cloud aiuta le Non Profit italiane

AziendeCloudFormazioneManagementMarketing
NGO Day di Microsoft: il cloud aiuta chi aiuta @shutterstock

Quasi un milione e mezzo di dollari in tecnologia Microsoft gratuita da utilizzare entro fine anno è un volano per il Terzo Settore. Ecco una panoramica delle Ngo più significative che hanno adottato il cloud per aumentare l’efficienza e tagliare i costi: da Emergency ad ABC, da Europa Donna a YouthSpark

Microsoft aiuta chi aiuta, offrendo alle Non Profit italiane 1,4 milioni di dollari in tecnologia gratuita da utilizzare entro fine anno. Lo ha spiegato Microsoft Italia in occasione dell’NGO Day: quasi un milione e mezzo di dollari di tecnologia Microsoft alla NGO rappresenta un volano per il Terzo Settore. Carlo Purassanta, amministratore delegato di Microsoft Italia, ha colto l’occasione di rinnovare l’impegno dell’azienda a supporto del mondo Non Profit italiano, affermando che il terzo settore possa sostenere e promuovere la creazione di nuova imprenditorialità nel nostro Paese.

Su un campione di 10.500 realtà di 88 Paesi, 140 sono Non Profit italiane. Dall’inizio del 2013 ad oggi, infatti, sono stati erogati circa 1.6 milioni di euro, su un totale di 3 milioni di euro in dotazioni tecnologiche, da cui ha tratto vantaggio solo l’1% delle Non Profit in Italia, su un totale di 130mila realtà potenzialmente idonee.

Oggi, sulla nuvola, il 47% delle Ngo usa social network e il 55% la posta elettronica. A frenare il cloud sono la mancanza di conoscenza e una formazione non adeguata (60%), oltre ai timori collegati alla sicurezza dei dati (45%),+. Ma il cloud promuove l’ottimizzazione della gestione, il taglio dei costi, la gestione efficace del CRM e, dunque, l’ampliamento delle attività di fund raising. Ecco una panoramica delle Ngo più significative che hanno adottato il cloud per aumentare l’efficienza e tagliare i cost.

Emergency, in collaborazione con il partner SoftJam, ha semplificato la comunicazione tra volontari e impiegati per rispondere alle esigenze di organizzazione e coordinamento delle diverse missioni. Emergency ha adottato una soluzione ibrida di messaging e collaboration, con postazioni fisiche gestite in autonomia dalla Non Profit, associate a Office 365 su cloud. Ha favorito  efficacia e sicurezza nella condivisione delle informazioni,  riducendo i costi e gli sprechi. Infatti Emergency cerca di mantenere i costi al di sotto del 10% rispetto alle donazioni ricevute.

ABC – Associazione Bambini Cri Du Chat, in collaborazione con il partner SITI, con il progetto “Database Linee Guida SCDC”, prevede l’organizzazione e la digitalizzazione dell’archivio di informazioni raccolte negli anni dal Comitato Scientifico sulla rara malattia genetica chiamata del “Cri du chat”, attraverso l’utilizzo di Office 365 Enterprise. LHa creato una banca dati aggiornabile, a supporto delle famiglie e delle diverse figure professionali a vario titolo coinvolte, in particolar modo nella ricerca scientifica. Il processo di digitalizzazione dei dati ha reso la consultazione molto più rapida e accessibile, per studiare, elaborare, condividere le informazioni molto più facilmente.

Europa Donna, col supporto del partner KGroup, ha realizzato un nuovo sito web, basato su tecnologia Windows Azure: europadonna.it ha l’obiettivo di consentire una maggiore e più efficace conoscenza del movimento, della sua mission e delle sue attività. Il progetto permette una migliore gestione delle iscrizioni e delle donazioni, anche attraverso il versamento con carte di credito, nonché l’ottimizzazione della classificazione e archiviazione in database dei dati degli iscritti e/o donatori.

Infine le iniziative di Microsoft nell’ambito del programma YouthSpark sono portate avanti insieme a Fondazione Cariplo, Fondazione Mondo Digitale, CNCA e Junior Achievement, quattro partner che hanno realizzato insieme a Microsoft progetti di formazione e solidarietà nel corso degli ultimi 12 mesi.

Roberta Cocco, Direttore Responsabilità Sociale e National Development di Microsoft Italia, dichiara: “Siamo molto orgogliosi dei risultati che abbiamo raggiunto in Italia nel corso di questa prima parte del 2013: anche grazie alla tecnologia Microsoft che abbiamo donato negli scorsi mesi, 380 Non Profit italiane hanno portato avanti progetti strategici per la crescita e lo sviluppo nel nostro Paese. Restano tuttavia inutilizzati oltre 1,4 milioni di dollari in tecnologia per il Terzo Settore: un gap di opportunità che può rappresentare un ulteriore volano per il Non Profit”.

NGO Day di Microsoft: il cloud aiuta chi aiuta @shutterstock
NGO Day di Microsoft: il cloud aiuta chi aiuta


Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore