Niente App Store per Playboy su iPad

Autorità e normativeAziendeCloudManagementMarketingMercati e FinanzaNetworkProvider e servizi InternetServer

Playboy su iPad potrà essere visto attraverso sottoscrizione web, e non tramite Web app. Infatti l’App store rimane off-limit a porno, nudità e immagini sexy

Contrariamente a quanto sembrava da un Tweet di Hugh Hefner sul micro-blogging da 140 caratteri, Apple non spalanca le porte all’eros a luci rosse su App Store. Dunque Playboy sbarcherà su iPad, ma non su App Store. Neanche a PlayBoy + concesso violare i paletti e le “censure arbitrarie” decise dal Ceo Steve Jobs.

Da marzo sarà possibile vedere e leggere su iPad i numeri di Playboy sia nuovi che vecchi, ma anche Hugh Hefner per le sue conigliette-playmate dovrà passare attraverso sottoscrizione web based, e non tramite Web app. Infatti l’App store rimane off-limit a porno, nudità e immagini sexy. Apple non vuole derogare alla propria policy.

Il catalogo di Playboy Magazine dal 1953 arriverà su iPad dal mese di marzo. Senza veli e senza censure, nella tradizione di PlayBoy,ma via Web e non da scaricare con una Web app.

Playboy su iPad, ma non su App store
Playboy su iPad, ma non su App store
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore