Niente crisi per il 3G, anzi…

Workspace

Al Forum sullUmts presentata unanalisi molto ottimista sulla nuova generazione di cellulari

Molti osservatori vista la recessione delleconomia Usa, hanno previsto tempi duri per il mercato della fonia da terza generazione. Nel corso dellUmts Forum organizzato dallUniversal Mobile Telecommunications System Forum, si è guardato allo sviluppo dei servizi 3G come a unopportunità da un migliaio di miliardi di dollari. Uno studio presentato dallassociazione no-profit, anticipa che la piattaforma sarà un grande successo nonostante le previsioni sempre più pessimistiche. Il report intitolato The Umts third generation market phase II structuring the service revenue opportunities, anticipa che entro il 2010 gli introiti derivati da questo mercato, dovrebbero raggiungere i 300 miliardi di dollari. Un utente 3G spenderà mediamente 30$ al mese per i servizi wireless. Secondo lanalisi, i servizi non vocali del 3G impiegheranno solo un paio danni per diventare popolari e dal 2004 supereranno quelli tradizionali in voce. Secondo lUmts forum il bacino che potrebbe garantire i maggiori guadagni sarà quello asiatico arrivando a 120 miliardi di dollari entro il 2010, mentre Europa e Nord America, garantiranno più alti guadagni per utente, con un revenue medio compreso tra i 150 e i 200$ allanno. Secondo Bernd Eylert, chairman del Forum, il 3G potrà invertire le tendenze negative della fonia via voce è chiaro che i servizi 3G potranno invertire il trend negativo degli operatori vocali. Il successo in questo mercato, sarà garantito da partnership ben azzeccate tra operatori, content provider, service provider e sviluppatori dapplicazioni.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore