Niente gattabuia per Kaneko

CyberwarSicurezza

L’ideatore del programma P2P Winny evita la galera.

Si chiama Isamu Kaneko il creatore di Winny, che è diventato in breve il programma di scambio di contenuti più diffuso in Giappone. Qualche anno fa era stato arrestato per aver reso possibili innumerevoli violazioni del diritto d’autore, e la prima sentenza lo aveva condannato a un anno di prigione più una multa di diecimila euro. Ora la sentenza è stata ribaltata in seconda istanza dalla Corte di Kyoto che, pur riconoscendo la sua colpevolezza, ha voluto fare un gesto di clemenza e di comprensione delle ragioni di Kaneko. Lui però non è ancora soddisfatto e vorrebbe riprendere la sua vecchia attività, tanto che ha deciso di appellarsi alla Corte Suprema.

La Federazione nazionale della stampa (FNSI) comunica che venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 dicembre i quotidiani, le agenzie di stampa, le televisioni e le radio nazionali, pubbliche e private, i siti e i portali web non pubblicheranno le firme e le sigle dei giornalisti per una iniziativa nazionale proclamata dalla FNSI per ottenere l’apertura delle trattative contrattuali.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore