Nikon Coolpix S4

LaptopMobility

Un corpo snodabile per consentire maggiori possibilità di ripresa, ma anche un potente zoom, corredano questa compatta leggera e sottile

Mancava da qualche anno all’appello una fotocamera compatta dal corpo diviso in due parti ben distinte, con la parte dell’ottica ruotabile. Nikon ripropone questa caratteristica nella recente Coolpix S4, che permette una rotazione di ben 270 °. Una particolarità costruttiva che permette una grande varietà di angolazioni di ripresa. Non pensiamo solo all’autoritratto, ma anche ad altre variazioni sul tema per cogliere situazioni particolari da posizioni complesse. Una fra tante, fotografare la folla dall’alto, potendo contemporaneamente controllare dal basso l’inquadratura con lo schermo a cristalli liquidi rivolto verso di noi. La Coolpix S4 è agevole da tenere in mano, con i comandi ben posizionati. Da sottolineare la compattezza e il peso modesto, appena 200 g, nonostante la presenza di uno schermo Lcd da 2.5 ” e di un potente zoom 10x, equivalente a una estensione focale 38-380 mm. Il che significa poter far fronte a qualsiasi situazione di ripresa, dal ritratto al paesaggio. Il sensore è un valido Ccd da 6 Megapixel di risoluzione, più che sufficiente per ottenere stampe ingrandite anche fino a 30×40 cm. La S4 si rivolge a un pubblico poco esperto. Mancano pertanto tutte quelle funzioni amate da chi desidera avere il controllo delle immagini, come la priorità dei tempi o dei diaframmi. L’automatismo completo, che come sempre funziona egregiamente, viene affiancato però da una grande varietà di programmi predefiniti, in modo da avere sempre la combinazione dei parametri più adatti al tipo di immagine che si sta realizzando. Ben 16, difficile non trovare quello che fa al caso nostro. Possiamo in ogni caso modificare il bilanciamento del bianco con diverse opzioni predefinite o in manuale, e sotto e sovraesporre intenzionalmente. Ci sono anche quattro diverse modalità per la registrazione di filmati completi di audio a 15 fotogrammi al secondo, con differenti risoluzioni. Sul davanti trova posto, oltre all’obiettivo, il flash incorporato. Il resto dei comandi è in alto e sul retro. Attorno al pulsante di scatto, c’è la ghiera per variare la focale dello zoom. L’abbiamo trovata molto pratica. Accanto c’è il tasto di accensione e il selettore per passare dalla funzione foto a quella video o per entrare nella modalità Scene, per attivare uno dei tanti programmi predefiniti. Sul retro spicca lo schermo Lcd, ampio e di buona fattura per la visione. Sopra il display ci sono vari comandi. Partendo da sinistra, troviamo quello che comanda accensione o spegnimento del monitor, il tasto per cancellare le immagini, e quindi quello per attivare il menu. Come nelle altre Coolpix l’interfaccia di navigazione è molto semplice e intuitivo. Non serve alcuno sguardo al libretto di istruzioni per essere pronti a scattare. Un classico joystick a quattro direzioni permette di scegliere le varie opzioni, da confermare con il pulsante centrale di Ok. Attraverso di esso possiamo anche attivare la funzione Macro, che consente di scattare a 4 centimetri dal soggetto; le varie opzioni del flash e l’autoscatto. Come in altre Coolpix, la S4 provvede da sola a togliere il fastidioso difetto degli occhi rossi, che può insorgere quando si usa il flash. Un’altra modalità interessante, che fa oramai parte del bagaglio delle compatte Nikon, è la funzione autofocus con priorità sul volto. In pratica, la fotocamera è in grado di riconoscere il viso di una persona all’interno dell’inquadratura, privilegiando automaticamente la nitidezza su quel soggetto. Ciò significa avere ritratti sempre perfettamente a fuoco, anche quando la persona non è al centro dell’immagine. La S4 funziona con le schede tipo Sd, ma dispone anche di una piccola memoria interna da circa 13.5 Mbyte, sufficiente per scattare qualche foto aggiuntiva a scheda piena. Vale la pena sottolineare che questa fotocamera usa non solo le batterie al litio, ma anche le normali pile AA ricaricabili, più diffuse e quindi facilmente acquistabili nei luoghi sperduti. Votazione: 81

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore