Nikon D600, piccola ma senza limiti

AccessoriMarketingWorkspace

SLIDESHOW – Arriva Nikon D600. Meno impegnativa della sorella maggiore D800 è più piccola e più leggera. Per il prezzo intorno ai 1.900 euro e per le sue qualità sta bene in mano al professionista, come al vero appassionato

E’ la più piccola fotocamera reflex di casa Nikon in formato FX e per questa sua caratteristica piacerà sia ai professionisti sia agli appassionati, il guscio nella calotta superiore e nella calotta posteriore è in lega di magnesio per un peso di 760 grammi, senza la batteria.

Si notano però subito alcune impostazioni ‘professionali’, come l’anello sotto la ghiera sinistra per decidere la tipologia nella sequenza di scatto (fino a 5,5 fps in entrambi i formati Fx e Dx). E le somiglianze con Nikon D800 sono identità facendo riferimento allo schema dei circuiti, progettato in modo identico. Una scelta perfettamente tarata sul target ideale di questa fotocamera è il doppio alloggiamento per schede SD (ad altà velocità e Hd), insieme alla possibilità di sfruttare l’adattatore Wifi Wu-1b per il trasferimento veloce dei dati. Per inquadrare in LiveView si ha a disposizione il display Lcd da 3,2 pollici di diagonale a un megapixel e la luminosità si regola autonomamente in base a quella ambientale.

Il sensore di Nikon  D600 è da 24,3 megapixel, la gamma ISO da 100 a 6.400 è estensibile fino all’equivalente di 25.600 e di 50 verso il basso. Anche in questa piccola il motore è il medesimo Expeed 3 che equipaggia le più blasonate (Nikon D4 inclusa) e il sistema di messa a fuoco è a 39 punti.

Nikon D600 Vista frontale

La precisione dell’esposizione è garantita dal sensore di misurazione Rgb da 2016 pixel. E’ possibile sfruttare la tecnologia Hdr (High Dynamic Range) e quindi avere a disposizione con un solo clic dell’otturatore una gamma espositiva ampliata fino a 3 EV. Per quanto riguarda le riprese video la tecnologia adottata è la stessa dell Nikon D800 e quindi sono possibili registrazioni Full HD sia nel formato Fx che Dx, in modo che il fotografo abbia ampie possibilità di agire sull’angolo di campo con l’ottica in dotazione.  Anche su questa piccolina poi l’audio può essere catturato attraverso un microfono esterno, grazie alla presa mini-jack.

La concessione all’appassionato arriva grazie alla possibilità di scegliere tra 19 modalità predefinite di scena, sia professionisti sia appassionati beneficiano infine delle possibilità di modifica in macchina (occhi rossi, bilanciamento colore, D-Lighting, sviluppo Raw personalizzato, ridimensionamento, oltre ai filtri skylight, crossscreen e alle opzioni di ritocco anche riguardo distorsione e raddrizzamento)

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore