Nintendo venderà nuove console nei mercati emergenti

AziendeMarketing
Nintendo lancerà nuove console, ma solo nei mercati emergenti
0 0 Non ci sono commenti

Nintendo lancerà nuove console per i videogiochi, ma solo nei mercati emergenti, a partire dalla Cina

La caduta verticale delle vendite di Nintendo 3DS e Wii U ha portato l’azienda di videogame giapponese in rosso per 165 milioni di euro circa. A pesare nella trimestrale di Nintendo sono le vendite “sotto le stime” delle console di gioco 3DS e Wii U, e il software di videogame. L’azienda nipponica ha deciso che introdurrà nuove sistemi di gaming, dedicati ai mercati emergenti, a partire dalla Cina.

Nintendo registra deboli vendite per il terzo anno consecutivo. Il flop di Wii U è ormai conclamato: la nuova versione non ha saputo anticipare Sony e Microsoft. Da fine 2013 a metà aprile Sony ha superato i 7 milioni di PS4 venduti, superando, nello stesso arco di tempo, le vendite della PlayStation 3, mentre Xbox One ha raggiunto i 4,2 milioni di unità. Da novembre 2012 Nintendo ha venduto appena 6.2 milioni di Wii U; Sony e Microsoft hanno lanciato le console di nuova generazione a fine 2013.

Nintendo non ha neanche cercato di trarre vantaggio dal boom di vendite di smartphone, rilasciando i propri titoli-icona per iPhone, Android o Windows Phone. Invece l’azienda giapponese vuole entrare nel mercato di hardware e giochi per utenti consumer a basso reddito e con un’inferiore esperienza di gaming. Il Ceo Satoru Iwata ha detto un’intervista a Reuters che Nintendo guarda con favore ai mercati emergenti come la Cina, dove è appena stato tolto il bando alle console di videogame. “Ma sarebbe difficile entrare in quei mercati senza inventare qualcosa di nuovo” e Nintendo cerca di inventare nuove console per la classe media dei Paesi emergenti. Servono nuovo design e nuove specifiche: Nintendo vuole adottare un approccio differente da Microsoft, che ha appena siglato un accordo con un partner locale nella Ftz di Shanghai per portare Xbox One in Cina.

Nintendo ritiene che la fine della messa al bando alle console straniere rappresenti un potenziale per i vendor: ma l’approccio di Microsoft non funzionerebbe con Nintendo. La 3DS ha venduto un terzo delle aspettative nel trimestre gennaio – marzo; inoltre i 2.7 milioni di Wii U sono lontani dai 9 milioni di unità stimate.

Nintendo lancerà nuove console, ma solo nei mercati emergenti
Nintendo lancerà nuove console, ma solo nei mercati emergenti
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore