Nokia 3310, a volte ritornano… ma non sarà più come prima

Dispositivi mobiliMobility
MWC 2017 - Nokia 3310, ritorno al futuro in classe low-cost

Dal 25 di maggio il fenomeno mediatico Nokia 3310 sarà nei negozi italiani a circa 60 euro. L’operazione nostalgica del telefonino solo Gsm senza WiFi e con il 2G solo per testo e conversazione va alla prova del mercato

HMD Global riporta anche in Italia un classico di sempre, il mitico telefonino Nokia 3310. Aveva catturato l’attenzione del pubblico a MWC 2017, ora si troverà dal 25 di maggio nei negozi italiani, al prezzo di 60 euro. Nell’era in cui la percentuale di cellulari è al collasso – anche nei Paesi in via di sviluppo – è abbastanza coraggiosa l’operazione, che però ha già potuto contare su una notevole copertura mediatica, e su un’attenzione probabilmente non del tutto giustificata.

Sì, perchè i contenuti tecnologici di Nokia 3310 sono davvero minimalisti, al punto da non giustificare quasi il prezzo di 60 euro. Invece, sono confermate tante delle caratteristiche che ne hanno fatto un successo di sempre, e per questo probabilmente riconquisterà il mercato, quando per esempio la persona anziana proprio non ne vuole sapere di uno smartphone, o anche semplicemente come oggetto di “culto/nostalgia”.

Nokia 3310 pesa 79,6 grammi, è 2.5G e ha sistema operativo S30+
Nokia 3310 pesa 79,6 grammi, è 2.5G e ha sistema operativo S30+

La forma dell’oggetto, non sovrapponibile all’originario, richiama comunque l’idea, il telefonino è equipaggiato con sistema radio dual-band 900/1800 MHz, è disponibile sia con una Sim, sia dual Sim (microSim), pesa circa 80 grammi e ha un display a colori, con risoluzione 240×320 QVGA. Per tanto così magari sarebbe valsa la penaa completare l’operazione nostalgia con un bel pannello a cristalli liquidi, come già è stato.

La connettività e la ricarica avvengono attraverso il connettore microUSB e AV da 3,5 mm. La chicca è la disponibilità di una fotocamera con sensore da 2 MP e flash LED le cui possibilità di utilizzo sono evidentemente limitate all’origine, dalla connettività e dalla mancanza di app. Non manca il supporto per Bluetooth 3.0 con SLAM e la possibilità di espandere la memoria per memorizzare più foto, tramite il lettore di schedine microSD fino a 32 Gbyte. Nokia Slam è il sistema che facilita la condivisione dei dati perché non serve ogni volta il pairing dei terminali, ma basta accettare il trasferimento, in pratica è una sorta di Bluetooth Direct semplificato.

Ovviamente l’autonomia, anche se si pensa di giocare al mitico Snake per ore e ore, sarà all’altezza delle aspettative. Quella dichiarata in standby è di circa un mese, in conversazione di circa 22 ore,  si può però ascoltare la musica in MP3, caricata anche solo sulla schedina, per due giorni filati, oppure la radio FM per 39 ore. E’ disponibile anche la funzione per utilizzare il flash a LED come torcia.

Pensiamo che il futuro di Nokia 3310 sia molto più limitato rispetto a quanto se ne sia parlato. Probabilmente nella sua fascia sarà il più scelto, ma anche no, perché per esempio non fa nulla per strizzare l’occhio a chi ancora preferisce un telefonino allo smartphone (pulsantoni audio da paura e marcata accessibilità).
Poi lo acquisterà una buona quota di cultori della materia, farà tendenza per qualche mese, e poi verrà dimenticato senza lasciare traccia di sé, con buona pace anche dei nichilisti della tecnologia, perché a quest’ultima si può anche rinunciare, ma a WhatsApp no…  

Per saperne di più: leggi tutto sul nuovo telefonino Nokia 3310 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore