Nokia dà l’addio al Giappone

Aziende

Nella terra del Sol Levante Nokia lascerà solo il brand del lusso, Vertu. Nokia punta sui mercati emergenti

La crisi fa operare scelte di forte impatto, come quella di Nokia, che abbandona il Giappone. Sul mercato nipponico, Nokia manterrà solo il brand del lusso e di alta gamma, Vertu.

Nell’attuale situazione economica globale, siamo giunti alla conclusione che non è più sostenibile continuare i nostri investimenti in specifici prodotti locali giapponesi” ha spiegato Nokia, che aveva preannunciato tagli drastici, per far fronte alla recessione.

Il Giappone con i suoi 109 milioni di utenti, circa l’85% della popolazione già in possesso di cellulari, è considerato un mercato maturo, dove è difficile crescere velocemente. Nokia punta piuttosto sui mercati emergenti , dove ha appena lanciato un settebello dai 25 ai 40 euro.

Nonostante la crisi, ha di recente espresso ottimismo a proposito di Vertu, il marchio dei cellulari di lusso, tempestati di gemme preziose e collezioni esclusive (come quella Ferrari oppure i modelli con suonerie dgli Eurythmics), dai prezzi tra i 3500 e 100mila euro. Il telefonino Vertu avrebbe tutte le carte per diventare un oggetto di culto, come auto ed orologi, non più soggetto a una veloce obsolescenza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore