Nokia è in trattative per acquisire Alcatel – Lucent

AcquisizioniAziende
Nokia rischia fra 10 e 15 mila licenziamenti
1 0 Non ci sono commenti

Nokia, che sarebbe intenzionata a cedere il business della mappe Here, vuole acquisire tutta Alcatel – Lucent, per rafforzarsi sul versante attrezzature per Tlc in modo da competere meglio con Ericsson, Cisco e Huawei. Alcatel-Lucent vale 11 miliardi di euro

La finlandese Nokia ha confermato che sono in fase avanzata i negoziati per acquisire tutta Alcatel – Lucent. Il governo francese, secondo Reuters, sarebbe in fibrillazione per i posti di lavoro. Alcatel-Lucent è un gruppo valutato 11 miliardi di euro. La fusione con Alcatel-Lucent potrebbe avvenire attraverso un’offerta d’acquisto di Nokia sul gruppo francese. In precedenza, Les Echoes aveva riportato che Nokia nutriresse interesse solo per la rete di telefonia mobile di Alcatel. Invece Nokia ha confermato che si tratta di una fusione a pieno titolo.  L’acquisizione potrebbe dare luce alla più grande azienda europea di Tlc e networking, in grado di competere con Ericsson, Cisco e Huawei.

Nokia è in trattative per acquisire Alcatel - Lucent
Nokia è in trattative per acquisire Alcatel – Lucent

Nokia, che, secondo altre indiscrezioni, sarebbe intenzionata a cedere il business della mappe Nokia Here valutato 2 miliardi di dollari, vuole rifocalizzarsi sul networking ed utilizzare il ricavato della vendita per rafforzarsi sul versante attrezzature per Tlc in modo da competere meglio con i concorrenti.

Ancora non è certo che l’accordo vada a buon fine. Solo l’unità wireless di Alcatel – Lucent ha archiviato il 2014 a quota 4.7 miliardi di euro, pari al 36% del ricavo totale: l’intera azienda, dicevamo, vale 11 miliardi di euro, mentre Nokia è valutata 29 miliardi di euro.

Sia Nokia che Alcatel-Lucent sono uscite di recente da due pesanti ristrutturazioni. Nokia, con sede a Espoo in Finlandia, ha ceduto un anno fa a Microsoft la divisione dei telefoni cellulari e degli smartphone Lumia, per oltre 5 miliardi di dollari (l’azienda di Redmond ha poi licenziato 18 mila dipendenti). La ristrutturazione di Alcatel-Lucent ha invece tagliato 10 mila posti di lavoro, oltre a dismissioni per 600 milioni di euro.

Alcatel è specializzata nelle infrastrutture di rete 4G e Lte, asset che permetrerebbero a Nokia di competere meglio con la svedese Ericsson, che sta già testando il 5G.

Ma l’eventuale fusione necessita del semaforo verde del governo francese, che giudica Alcatel-Lucent un’azienda strategica e non vuole affrontare tagli di posti in patria, soprattutto nella filiera della ricerca. Alcatel-Lucent ha circa 6.000 dipendenti in Francia su un totale di 52.000 globali. Nokia conta 62.000 dipendenti.

Il titolo di Alcatel-Lucent ha guadagnato il 14%. La fusione sarebbe ottima in termini di prodotti e geografia. Negli USA Alcatel-Lucent è fornitori di AT&T e Verizon, e ciò aprirebbe le porte degli Stati Uniti a Nokia.

L’ultimo round di M&A, un decennio fa, diede luce ad Alcatel-Lucent e alla combinazione fra il business network di Nokia con Siemens, ma entrambe le aziende hanno distrutto valore r perso market share: mentre i rivali andavano all’attacco dei mercati globalizzati, esse erano troppo impegnate ad integrare i loro business.

Il mercato Telco in Europa è in pieno consolidamento, a partire dall’attivismo di H3G in Uk, dove Hutchinson Wampoa ha comprato O2 e BT ha acquisto EE, e forse in Italia.

Conoscete la storia di Nokia? Misuratevi con un Quiz!
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore