Nokia e Sprint ristrutturano, Samsung punta sul low-cost

Mobility

Tagli nella telefonia mobile per far fronte a un mercato in continua evoluzione

Emi taglierà un terzo dei posti di lavoro. Intel ha già ristrutturato, nonostante il ritorno al profitto. Dell, Motorola e Ibm hanno provveduto a giugno. Aol a ottobre ha annunciato tagli per il 20% della forza lavoro. Palm versa in gravi difficoltà.

Anche nella telefonia mobile Nokia e Sprint ristrutturano. Secondo il Wall Street Journal , Sprint Nextel sta preparando la riduzione di migliaia di posti di lavoro, dopo aver tagliato 5mila dipendenti solo l’anno scorso.

Anche Nokia sopprime lo stabilimento in Germania di Bochum (per spostare la produzione in Romania), entro metà 2008, e potrebbe tagliare fino a 2.300 posti.

Nokia infatti si prepara a una nuova sfida nei mercati emergenti con Samsung, pronta a vendere cellulari di fascia bassa sotto i 100 dollari. La sfida tra top vendor di cellulari è rovente.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore