VIDEO CONFRONTO: Nokia Lumia 800 e Apple iPhone 4s

MobilityWorkspace

Sgombriamo subito il campo dagli equivoci. La fascia di prezzo di Nokia Lumia 800 e quella di Apple iPhone 4s sono differenti, ma i due smartphone sono ugualmente comparabili. Se non altro perché un confronto di questo tipo sono proprio gli utenti a chiederlo, prima di fare l’acquisto. iPhone 4s da 16 Gbyte vale i 150 euro in più che costa?

Apple iPhone 4S costa 150 euro in più rispetto a Nokia Lumia 800, li vale? Ci siamo posti questa domanda e le impressioni che seguono scaturiscono dall’utilizzo di entrambi i sistemi operativi (iOS 5 e Windows Phone 7.5) da più di un mese e dalle nostre prime impressioni sui due device hardware. Certo sono confortate da dati oggettivi, probabilmente però solo nel lungo termine sarà possibile un bilancio definitivo, di un confronto completo sia hardware che software. Partiamo dal primo punto.

iPhone 4s si propone con un display da 3,5 pollici e una risoluzione da 960×640 pixel, Nokia Lumia 800 invece si mette in mostra con il suo display Amoled 800×480. I maniaci della risoluzione non potranno non concordare che l’effetto di iPhone alla vista è ancora superiore. Basta avvicinarsi al display di Lumia 800 per vedere, nel bianco, il reticolato dei pixel. Verissimo, roba da maniaci ma la differenza si nota senza nessun lentino. Nokia Lumia 800 monta un vetro Corning Gorilla, leggermente curvato e bombato che offre una sensazione di robustezza, quello di iPhone, certo resistente ai graffi, dà più l’impressione di una fragilità intrinseca agli urti o alle leve (per esempio quando è in tasca). La robustezza della scocca nel complesso ci sembra equivalente.

Per quanto riguarda la protezione delle connessioni è superiore Nokia Lumia 800. A noi il sistema di sportellini superiore piace. In iPhone 4s l’interfaccia non ancora universale e sempre perennemente scoperta, a volte ci ha fatto tremare (non si sa cosa succede a quella presa quando finisce nella borsetta delle donne).

Dal punto di vista del processore la palma va a Apple iPhone con il suo dual core A5 (Arm Cortex-A9), anche perché l’ottimizzazione hardware e software è pressoché perfetta (lato cpu). Onestamente nel modello di iPhone 4s che abbiamo in prova di problemi con la batteria non ne abbiamo proprio avuti e se questa che abbiamo attualmente è l’autonomia di lavoro abituale, possiamo confermare da subito che Windows Phone 7.5 è comunque più avido di risorse. Un aspetto su cui Microsoft e Nokia insieme devono lavorare, e non poco.

Apple iPhone 4s, pur con un sistema multimediale più chiuso, porta in dotazione hardware la fotocamera/videocamera frontale, che Nokia Lumia 800 non ha. Niente Face Time o simili, quindi, con il Nokia, che invece delizia nell’esperienza di navigazione sul Web con IE, più di quanto non riesca a fare Safari. Accade ancora il contrario invece, e torna a vincere iPhone, riguardo il sistema di aggiornamento, ora effettuabile on air, laddove Nokia e Windows Phone hanno bisogno del collegamento con il PC. E poi l’esperienza Zune non è all’altezza di quella più matura di iTunes, vale lo stesso per il sistema di cloud e backup che nell’ultimo iOS 5 iniziano a presentarsi. Campo minato quello del software: Microsoft, per Windows Phone e per il suo Marketplace ha fatto uno sforzo di sviluppo davvero considerevole. Tante app sono arrivate dalla sera alla mattina, Nokia ha fornito da subito un apporto non indifferente per quanto riguarda mappe e competenze per la navigazione in auto, la sfida in questo senso non può prescindere poi da come si muove Google con Android.

Appunto. Al momento di scegliere, la mia esperienza personale mi porta a considerare che se si cerca il massimo dell’esperienza, tutto sommato è ancora iPhone a vincere, ma a un prezzo elevato. E invece se in tempo di crisi si aspira a un ottimo prodotto e si guarda onestamente al portafoglio né Nokia con Windows Phone, né gli altri vendor con Windows Phone e Android sono seconde scelte, tuttaltro.  A seconda dell’operatore, poi, bisogna valutare che mentre per Windows Phone e Android i pacchetti di traffico dati sono pressoché interscambiabili, quando si sceglie iPhone cambia l’APN da utilizzare (e in parte l’offerta, a seconda degli operatori), nulla di che per gli smanettoni, una scomodità in più per gli altri. Lo stesso vale per RIM, per cui si aggiunge la pratica di configurare la posta direttamente sui server dell’operatore e non solo sul terminale.

Per saperne di più guarda anche il video: Nokia Lumia 800 Unboxing

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore