I nuovi tablet e phablet sono tutti Nokia Lumia, ma Win RT e Windows Phone sono diversi

AziendeDispositivi mobiliMobility
1 0 1 commento

C’è mercato oggi per due device con Windows RT? Nokia vuole dare continuità al brand Lumia con tablet e phablet diversi che montano Os diversi, è una strategia rischiosa che trova senso se Windows RT e Win Phone convergeranno

E’ un balzo coraggioso quello che Nokia compie con gli annunci del nuovo tablet Nokia Lumia 2520 con LTE e Windows RT e Nokia Lumia 1520 e 1320 con Windows Phone. Soprattutto stupisce, e non poco, la continuità voluta dall’azienda tra i segmenti di prodotto che portano tutti il brand Lumia, ma lavorano con sistemi operativi diversi e applicazioni diverse. Come si dice oggi: applicazioni scritte per Os diversi, che trovano la ragione della loro coesistenza in cloud, e sono in grado quindi di consentire sempre l’utilizzo dei dati in qualsiasi ambiente, ma restano diverse.

Nokia Lumia 2520 è indubbiamente una sfida aperta anche nei confronti di Surface 2, perché a questo punto i due prodotti rappresentano l’offerta di punta con Windows RT, l’unica offerta in un mercato che non ci crede. Ci si potrebbe domandare quali quote di mercato Microsoft pensa di raggiungere con Win RT e la piattaforma Arm. Se ci sono obiettivi dichiarati, con cui confrontarsi, per capire se si è fallito o se la strategia era giusta.

Ci si potrebbe chiedere il senso di questa proposta, che potrebbe persino essere letta come lo sbocco obbligato di quanto Nokia aveva già pronto nel cassetto, prima di voltare pagina, una volta acquisita da Microsoft. Una risposta potrebbe arrivare dalla proposta del medesimo sistema operativo su due device e per due target diversi (Business e Consumer), ma non ci convince. Anche se è questa la lettura di qualche analista in Gartner, non ci immaginiamo proprio che Windows RT possa permettersi la declinazione su un doppio target.

Nokia Lumia 2520 è il tablet LTE con Windows RT
Nokia Lumia 2520 è il tablet LTE con Windows RT

Windows RT, di Lumia 2520 e Surface 2, vive in due diversi chassis (Surface 2 vanta il robusto materiale Vapor Mg), con connettività non del tutto equivalenti, ma in pratica viene proposta la medesima esperienza di utilizzo, poi si può parlare di robustezza diversa etc.etc.. Chi sostiene che anche Android vive su tantissimi tablet diversi, deve comunque fare i conti con l’obiezione che Windows RT 8.1 è comunque considerato un fratellino minore di Windows 8.1, sembra identico, ma non può usare tutte le applicazioni di Windows e quindi è lecito nel caso della doppia proposta in oggetto indagare il senso.

Il problema è quello di sempre e rimarrà tale fino a quando Arm in casa Microsoft non avrà pari dignità di Intel. Verrebbe da dire: per sempre. Perché pensare di parificare la disponibilità di applicazioni su entrambe le piattaforme si potrà fare solo con un bello strato di virtualizzazione, con le conseguenze di performance del caso. Non ci sembra sia possibile ora un’altra via.

Se Nokia Lumia 2520 voleva rappresenta un’altra declinazione di Windows RT, mostrare che Win RT lavora bene in quad-core  sia con Nvidia (Surface 2) sia con Qualcomm (Lumia 2520), e avesse voluto distinguersi da Surface 2 ci si poteva giocare almeno la carta di un’altra diagonale e invece nulla, solo 10.1 pollici contro 10.6 di Surface, una cornice di differenza.
Vedremo l’accoglienza del mercato, ma siamo abbastanza scettici.

Windows Phone e Windows RT sotto un unico brand Nokia Lumia

Nokia con i nuovi annunci si avvantaggia di un portafoglio prodotti più ricco, ma aver tenuto lo stesso brand Lumia per smartphone con Windows Phone, Phablet con Windows Phone e tablet con Windows RT non ci sembra strategico se non in un’ottica di marketing con ampi margini di rischio. Bastano i tiles a illudere gli utenti di essere di fronte a un’unica piattaforma? No, e già si sa perché le piattaforme restano diverse, ne abbiamo già parlato. Un’app scaricata per Windows RT non è la stessa che si usa su un phablet con Windows Phone. Ha senso?

Può essere questa una tappa di un cammino convergente tra Windows RT e Windows Phone? Può essere, qualcuno lo crede fortemente. Non ci piace per nulla però il rapporto: Smartphone=Windows Phone; Phablet e Tablet= Windows RT 8.1; Tablet, Due in uno, ibridi e pc=Windows 8.1, ma è proprio questo il punto su cui ci si attende chiarezza.

Nokia Lumia 1520, Bandit: il phablet da 6 pollici slitta a metà ottobre
Nokia Lumia 1520: il phablet da 6 pollici

Da un lato la giusta soluzione agli enigmi, che probabilmente arrovellano qualcuno anche in Microsoft, potrebbe dare il boost a crescenti quote di mercato, dall’altro, sbagliare a comunicare e far capire al pubblico dove si sta andando, può generare sfiducia e incertezze. Chi non capisce non compra. E se compra e si accorge poi di aver sbagliato, punisce. Ora chi acquista un prodotto Nokia Lumia ha una variabile in più da comprendere: cosa sta comprando veramente, cosa potrà farci? Quale sistema operativo monta un device che porta lo stesso nome di un altro con numeri diversi?

Nell’era del cloud possono essere domande con poco senso, ma Microsoft da un anno a un altro ha praticamente lasciato per strada chi aveva sposato Windows Phone nella versione 7, passando alla 8. Sarà pur lecito chiedere qualche certezza in più sui percorsi di Windows Phone e Windows RT?

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore