Nokia 900 sarà il primo Windows Phone 7.5 (Mango)

AccessoriMarketingMobilityWorkspace

Nokia N900 sarà il primo Windows Phone di Nokia al gusto Mango. Noto finora come Nokia Sea Ray

Noto con il nome in codice di Sea Ray, ora appare in Rete Nokia 900, il primo Windows Phone 7.5 (Mango). La scoperta di Nokia 900 è avvenuta non in un bar, ma in maniera rocambolesca. Lo sviluppatore si era collegato da remoto con un Nokia N9, tramite Remote Device Access (per accedere a un cellulare da remooto e testarne le apps) e aveva attivato la funzionalità di ricerca di device compatibili via Bluetooth . A quel punto ha visualizzato un misterioso Nokia 900 Windows Phone, che appariva nelle vicinanze, forse in un laboratorio di Nokia.

Poiché gli ultimi modelli Symbian Belle hanno una numerazione inferiore, il Nokia N900 sarà senza dubbio uno smartphone di fascia alta. Nokia Sea Ray con Mango assomiglia al design dell’ultimo Nokia N9 (con MeeGo), inoltre presenta tasti laterali (volume, attivazione fotocamera e spegnimento), mentre nella zona posteriore (centrale) posiziona la fotocamera (non si vede invece la fotocamera anteriore per video-conferenze). Il Nokia Phone 7, nome in codice Nokia Sea Ray con Windows Phone 7.5 (Mango), dovrebbe uscire anche in Italia per fine anno, in tempo per lo shopping natalizio.
Fra le 500 novità di Mango ci sono: il multitasking, un nuovo software developers kit (SDK), nuove funzionalità del sistema operativo WP7.5 (come le inbox unificate, i messaggi in thread, il supporto alla messaggistica di Windows Live Messenger, i Tiles e i gruppi di contatto), migliore integrazione all’ufficio sul Web di Microsoft, la suite cloud Office 365 ed altre applicazioni cloud; la versione mobile di IE9 supporta l’HTML5 e arriva con il servizio di storage gratuito di Microsoft, SkyDrive; ccesso a sensor information da girioscopio e bussola, accesso ai socket sfruttando i protocolli TCP e UDP e il supporto Visual Basic in Silverlight e le applicazioni XNA Framework. Microsoft, a differenza di Apple, ha autorizzato gli sviluppatori a sbloccare i dispositivi WP7, a pagamento ma senza invalidare la garanzia. ChevronWP7 Labs ha raggiunto un accordo con Microsoft. “Microsoft crede negli sviluppatori come nessun’altra azienda”, ha scritto sul blog Brandon Watson, direttore senior di Windows Phone.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore