Nokia scommette sul grafene

ManagementMarketingWorkspace
Nokia investe sul grafene

Il grafene è il futuro dell’IT. Nokia potrebbe realizzare smartphone in grafene al posto della plastica. Vediamo perché

Con uno strato monoatomico di atomi di carbonio, leggero ma densissimo, il grafene è il nano-materiale più sottile, perfino più resistente del diamante. Stabile, trasparente, ottimo conduttore di elettricità e calore, il grafene è duttile e soprattutto versatile. Per i loro studi pionieristici sul grafene, Andre Geim e Konstantin Novoselov sono stati premiati con il premio Nobel. Non stupisce che l’Europa investa una cifra colossale, ben un miliardo di euro per le ricerche sul grafene. E Nokia ha ricevuto 1.35 miliardi di dollari per lavorare sullo sviluppo  2D  del super materiale, che è più forte, resistente, leggero e sottile di ogni altro materiale sulla Terra. Il grafene potrebbe diventare il materiale prediletto dell’industria IT? Nokia in futuro potrebbe realizzare smartphone e tablet in grafene, resistenti e duttili, in un mix perfetto di flessibilità e leggerezza. L’investimento miliardario della UE nell’R&D del grafene durerà dieci anni. Nokia, che lavora sul grafene dal 2006, si dice “orgogliosa per essere stata coinvolta“. Lo ha affermato il CTO di Nokia Henry Tirri. Il grafene è 300 volte più resistente dell’acciaio, grazie alla sua struttura chimico-fisica. È sottile “un atomo“, ma essendo composta di cristalli 2D appare come uno scotch ultrasottile. Smartphone in grafene potrebbero essere meno suscettibili al surriscaldamento, ma soprattutto più leggeri e durevoli.

Nokia investe sul grafene
Nokia investe sul grafene

Qui pubblichiamo un video dell’Università di Cambridge per illustrare le proprietà in grafene.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore