Nomi di dominio: 50mila eu per danni da Striscialanotizia.net

Autorità e normativeNormativa

RTI e Striscia la notizia contro Telefono Antiplagio

‘Nel 2001, dopo le trappole e i servizi di Striscia la notizia su Wanna Marchi, la figlia Stefania e il mago Donaisimento, ho dichiarato che le Marchi e il mago erano stati denunciati alla magistratura, sia da Telefono Antiplagio che dall’Antitrust, fin dal 1995. Non si spiegava, quindi,perche’ le autorita’ fossero intervenute dopo uno scherzo di Striscia e non dopo anni di denunce e truffe‘ – si legge in una nota Di Giovanni Panunzio, fondatore di Telefono Antiplagio ( http://www.antiplagio.org ). Panunzio aveva quindi registrato il sito parodia ‘Striscia la nequizia’ (striscialanotizia.net), in cui si parlava delle iniquita’ di Antonio Ricci e delle sue parzialita’ nei confronti dei ciarlatani e della pubblicita’ occulta. Si riportava anche l’indiscrezione che il Gabibbo, lo scopritore dei tarocchi per conto di Striscia, sarebbe il ‘tarocco per eccellenza’ in quanto copiato dalla mascotte americana Big Red. RTI chiedeva quindi 50.000 euro di danni perche’ avrebbe usato il nome di dominio striscialanotizia.net e all’esito veniva notificata ingiunzione di pagamento. ‘Telefono Antiplagio sta per chiudere i battenti per volonta’ di Mediaset e di Antonio Ricci, con un’iniziativa senza precedenti, un grave attacco alla liberta’ di espressione e di critica‘ – conclude Panunzio [ StudioCelentano.it ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore