Non cambia la schermata blu della morte di Windows 7

Sistemi OperativiWorkspace

Il Blue screen of death è una certezza senza tempo: anche il successore di Vista non ha osato cambiarla

A volte è necessario che tutto cambi, affinché tutto rimanga come prima. In fondo Windows non è Windows senza il Blue screen of death ,Bsod per i più intimi, la famosa (o famigerata) schermata blu della morte.

Ebbene anche Windows 7, il successore di Vista che potrebbe debuttare a metà luglio (in anticipo sulla dead line del 2010), non rinuncia ad avere il Blue screen of death, per segnalare gli errori gravi quando Windows crasha, per esempio quando si istalla un driver sbagliato.

C’è chi ha costruito gadget, magliette e chi perfino si è fatto tatuare sul braccio il testo della schermata blu della morte: per fortuna Windows 7 ha cambiato tante cose, ma non questo dettaglio.

Leggi:ESCLUSIVA: Windows 7 beta 1 scaricata e installata per voi

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore