Non c’è pace per il WiMax italiano

MobilityNetworkWlan

Il regolamento approvato dall’AgCom non accontenta tutti

Piovono polemiche sul regolamento sul WiMax , varato dall’Authority Tlc, per assegnare le frquenze. I tempi biblici dell’approvazione non sono ancora stati digeriti, anche perché ci sarebbero ancora ostacoli: innanzitutto OneAdsl denuncia nuove tegole sulle frequenze del WiMax italiano, in quanto il Ministero della Difesa avrebbe dovuto liberare queste frequenze, ma non ha ancora provveduto. Inoltre Il Sole 24ore rincara la dose a difesa degli operatori mediopiccoli: anche l’associazione di settore Anfov s

perava in una mossa più coraggiosa, ovvero nel varo di una “misura asimmetrica nei riguardi di Telecom Italia e degli operatori mobili con posizione dominante”. Ma la battaglia contro il digital divide sembra essere partita con il piede sbagliato. Insomma, oltre ad essere stato un parto travagliato, il WiMax italiano rischia già da ora di essere una mezza delusione, speriamo che possa recuperare in credibilità.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore