Non è un pirata. Parola di Gorbaciov!

CyberwarSicurezza

L’ex presidente dell’URSS si è appellato addirittura a Bill Gates perché
interceda nei confronti di un ragazzo accusato di pirateria.

Il premio Nobel Michail Gorbaciov, ex presidente dell’Unione Sovietica, si è appellato per mezzo di una accorata lettera a Microsoft, e in particolare a Bill Gates, perché l’azienda ritiri la denuncia contro un ragazzo accusato di pirateria. Si tratta di un giovane insegnante, che vive negli Urali, ritentuto colpevole di aver usato in aula software copiato. Ora rischia di essere internato in una prigione in Siberia. Gorbaciov sostiene dal sito della sua associazione benefica che il ragazzo era inconsapevole della gravità delle sue azioni e la sua condizione di povertà dovrebbe muovere a compassione la potente Microsoft.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore