Non solo Vivendi: anche Cdp potrebbe comprare Telecom Italia

AcquisizioniAziende
Vivendi sfiorerà il 15% di Telecom Italia
2 0 Non ci sono commenti

Una public company come Telecom Italia può essere acquisita da chiunque. L’ingresso in Metroweb, che prevede investimenti per 4-5 miliardi di euro, è invece capitolo chiuso

Dopo lo scioglimento di Telco, Telecom Italia è un public company. E chiunque la può acquisire: da Vivendi a Cdp. Lo ha dichiarato il presidente di Telecom Italia, Giuseppe Recchi intervistato a SkyTg24 Economia: “I capitali non hanno passaporto. Tutti gli azionisti sono benvenuti se portano valore aggiunto e sinergia“, spiegando che, se Cassa depositi e prestiti (Cdp) avesse mission diversa, potrebbe fare il suo ingresso in Telecom Italia: “La società è una public company, chiunque se la può comprare“.

Non solo Vivendi: anche Cdp potrebbe comprare Telecom Italia
Non solo Vivendi: anche Cdp potrebbe comprare Telecom Italia

Parlando di un eventuale ingresso di Telecom in Metroweb, Recchi ha seccamente negato l’ipotesi: “L’argomento è chiuso“.

E intanto Metroweb ha in cantiere un piano per la rete telefonica in banda larga con investimenti previsti per 4-5 miliardi di euro: “Le trattative per la definizione del piano industriale di Metroweb Sviluppo sono quasi ultimate e prevedono che la società possa arrivare a investire 4-5 miliardi per realizzare la rete a banda ultralarga in linea con le indicazioni del governo“, ha spiegato l’AD di Vodafone Italia, Aldo Bisio, a margine della presentazione della relazione annuale Antitrust.

Il piano è finalizzato al 90-95% e prevede obiettivi in linea con quelli indicati dal governo e collegamenti in fibra ottica fino alle case“, ha sottolineato. “La stima dell’investimento è di 4-5 miliardi“. “Ora si deve mettere a punto la governance e studiare il piano finanziario che, viste le dimensioni, richiede un’ingegneria finanziaria ad hoc“, ha aggiunto.

A fine maggio la Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) ha espresso la volontà di aprire il progetto banda larga in Italia a tutti gli operatori e investitori. Cdp ha annunciato anche la lettera di intenti tra Vodafone e Wind e i soci Metroweb, Fondo Strategico Italiano (Fsi), controllato da Cdp, e F2i, per realizzare la rete.

Bisio spera che Cdp continui a sostenere Metroweb anche in caso di sostituzione del presidente Franco Bassanini e dell’AD Giovanni Gorno Tempini. Candidati per il nuovo vertice, secondo indiscrezioni, sono Claudio Costamagna alla presidenza e Fabio Gallia come AD.

E, intanto, tutti i player aspettano il decreto sulla banda larga.

A quanti Mega navigate? Testa la tua banda di connessione e verifica quanto è larga

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore