Notebook a freddo

Management

Intel sta sviluppando un particolare sistema che dovrebbe risolvere il
problema del surriscaldamento dei portatili

Un sensore ottico potrebbe risolvere il problema legato al surriscaldamento delle componenti dei portatili, quando sono usate troppo. E’ su questo che sta lavorando Intel che ha già depositato il relativo brevetto all’ente preposto Uspto (United state patent and trademark office); in pratica si tratterebbe di un termometro che effettua le misurazioni su un piccolo strato di materiale sensibile al calore, in grado di cambiare colore a seconda della temperatura raggiunta. Il sensore manda un fascio di luce verso il materiale, che a sua volta lo riflette al sensore. Quando questo rileva una temperatura troppo elevata, vengono attivate le ventole e tutte le procedure necessarie per dissipare il calore e diminuire la temperatura dell’apparecchio. Intel ha avuto l’intuizione di concentrarsi su un sistema basato sulla luce, piuttosto che utilizzare normali termometri che non sono in grado di stabilire da quale fonte deriva il caldo. La luce invece, a quanto sperano i tecnici, potrebbe risolvere l’inconveniente.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore