Notebook e Eds trainano la trimestrale di Hp

AziendeMercati e Finanza

Mentre Apple taglia la produzione dei MacBook del 20-30% e Dell vede un calo del fatturato del 3%, Hp esorcizza la recessione e mette a segno una trimestrale anti-crisi

Hp è stata tra le prime aziende hi-tech a ristrutturare, ma non per via della recessione, quanto per integrare Eds (Electronic Data System s). Anzi: l’acquisizione di Eds, insieme alle vendite dei laptop, spingono la quarta trimestrale di Hp.

Hp chiude il quarto trimestre, esorcizzando la recessione. Ecco i numeri della trimestrale anti-crisi di Hp: 33.6 miliardi di dollari di fatturato, in crescita complessiva del 2% (ma le vendite sono salite del 16%).

Inoltre, gli utili sono cresciuti del 4% a quota 2.7 miliardi di dollari, pari a 84 centesimi per azione.

In crescita del 10% sono le vendite di Pc, a 11,2 miliardi di dollari (in unità l’incremento è del 19%: il segmento notebook fa volare il fatturato con un balzo del 21%), mentre sono in declino dell’1% la divisione stampanti e quella storage e server.

Il fatturato dei servizi, grazie all’acquisizione di Eds, ha fatto un balzo in avanti del 10% (la tecnologia dei servizi è cresciuta del 10%, l’outsourcing del 15%).

Per il Ceo di Hp, Mark Hurd, sono ottime notizie: perché Hp cresce, mentre Dell registra un calo del fatturato del 3%. E anche Apple deve tagliare la produzione dei MacBook del 20-30%: e già si parla d i flop o fiasco per i nuovi MacBook.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore