Notebook in crisi?

LaptopMobility

Primo rallentamento nelle vendite dei notebook, complice anche il ritardo di Vista e il susseguirsi di annunci da parte dei Cpu-vendor, per un segmento che negli ultimi due anni ha corso da centometrista. In attesa di vedere cosa succederà nei prossimi mesi alcune considerazioni sul mercato e sui prodotti

Lo scorso anno i notebook sono stati ?i preferiti? nel mercato italiano raggiungendo una market share del 52,8% sul totale comparto Pc, con una crescita robusta visto che hanno superato in percentuale la soglia del 33%. La battaglia anche nei primi sei mesi (come in tutto il 2005) è tra pochi importanti fornitori, ovvero Acer, Hp, Fujitsu Siemens, Toshiba, Asus, per quanto riguarda il mondo Windows, con ingressi prepotenti in termini di vendita come Nec e la continua erosione della fetta degli ?other?, che in questo segmento di prodotto vivono maggiormente il riconoscimento del brand da parte dei clienti. In questa griglia di top vendor è anche presente Apple, per l’altro mondo aziendale che non si riconosce in Windows. Ma la principale novità di questi primi mesi dell’anno è la prima battuta d’arresto nelle vendite dei notebook. Secondo quanto riportato da DigiTimes, i produttori di notebook hanno venduto meno delle aspettative e hanno di conseguenza tagliato gli ordini di Cpu e chipset presso Intel. Il taglio degli ordini a questo vendor sarebbe addirittura dell’ordine del 30%, a causa delle giacenze in magazzino di Dell, Hp, Acer e Asustek. Il ciclo di sostituzione a inizio anno era previsto in crescita, invece ha registrato una domanda più debole delle attese. Inoltre a rallentare la domanda sarebbero altri fattori concomitanti come la richiesta di compatibilità con Windows Vista e il pre annuncio dell’introduzione di nuove Cpu sbandierato da Intel e Amd all’inizio del 2006. Una battaglia, quest’ultima, senza esclusione di colpi per crescere nelle rispettive quote di mercato. Amd, per esempio, a livello mondiale con il lancio del processore Turion 64X2 e l’appoggio commerciale di molti notebook- vendor, tra tutti Hp e Acer, conta quest’anno di vendere 12 milioni di Cpu, tradotto il 15% del market share globale nel campo dei notebook. Anche Dell potrebbe accodarsi a questi vendor, scegliendo i processori Amd, per la fascia notebook entry level. (Si veda l’articolo di pagina 6). In attesa di vedere cosa succederà nella grande sfida dei numeri tra Intel e Amd e tra i vari vendor di Pc notebook abbiamo voluto toccare con mano alcuni nuovi prodotti. Ecco le nostre impressioni.

ACER, HP, SONY E TOSHIBA ALL’ATTACCO DEI PC DESKTOP

I notebook che abbiamo esaminato in questa recensione dispongono di un gran numero di opzioni integrate e periferiche quali altoparlanti, fotocamere e schermi widescreen con altoparlanti Dolby integrati. Possono contare inoltre su hard disk più capienti con una grande quantità di spazio di archiviazione e Ram con frequenza più elevata. Complessivamente, questi notebook offrono il meglio del mondo personale e professionale: sono ottimizzati per la riproduzione multimediale digitale e la presentazione di sofisticate applicazioni aziendali. Ecco le nostre valutazioni per il Toshiba Qosmio G35- AV600; l’Acer TravelMate8200; il Sony Vaio SZ160PC e l’Hewlett-Packard Pavilion dv8000t.

TOSHIBA QOSMIO G35-AV600

I tecnici hanno iniziato la recensione con il Qosmio perché il design, l’insieme di funzionalità e la tecnologia adottata dai prodotti precedenti hanno creato lo standard per i notebook multimediali. Quasi sempre Toshiba ha alzato la posta in gioco e migliorato il design dei notebook, obbligando gli altri produttori a cercare di recuperare le posizioni perdute. Il G35-AV600 è un’unità notevole, anche se le offerte degli altri produttori che abbiamo preso in considerazione in questa rassegna non restano troppo indietro. Forse proprio per questo motivo Toshiba ha diminuito il prezzo del Qosmio rispetto alle offerte precedenti. Il Qosmio offre il meglio nelle funzionalità orientate all’intrattenimento. L’unità che abbiamo recensito è alimentata dalla tecnologia Intel Centrino Duo Mobile, con processore Intel Core Duo caratterizzato dalla velocità massima di 1,83 GHz. La memoria consiste in 1.024 Mbyte di Sdram Ddr2 e l’unità è dotata di due hard disk Sata da 80 Gbyte. Il Qosmio dispone di uno dei migliori schermi widescreen da 17 pollici che sia mai capitato di vedere; offre una risoluzione nativa di 1.440×900 pixel. La scheda grafica nVidia GeForce 7300 dispone di 256 Mbyte di memoria video e supporta le applicazioni 3d più avanzate, tra cui Microsoft Di- rectX 9.0 Shader Model 3.0 e la vera illuminazione Hdr (high dynamic-range). La tecnologia nVidia PureVideo offre il video ad alta definizione e immagini di nitidezza eccezionale, con un utilizzo minimo della Cpu. Il G35-AV600 mette anche a disposizione un suono intenso attraverso i consueti altoparlanti stereo e multicanale con audio Dolby Home Theater. Un elemento che si distingue in modo particolare è rappresentato dall’amplificazione, ottenuta usando la tecnologia bass reflex Harman/ Kardon. La qualità costruttiva del Qosmio è di buon livello e consente di affrontare qualsiasi viaggio. Per quanto riguarda la connettività, questo notebook supporta tutte le opzioni 802.11x oltre alla tecnologia Bluetooth. Queste opzioni di connettività lasciano agli integratori l’opportunità di configurare un gran numero di dispositivi diversi.

ACER TRAVELMATE 8200

Il Travelmate 8200 è un laptop di fascia alta, progettato con il nuovo processore Core Duo di Intel e con Cpu funzionanti a 2 GHz rispetto agli 1,83 GHz del Qosmio. L’unità comprende una scheda grafica Ati Mobility Radeon X1600, un hard disk da 120 Gbyte e 1 Gbyte di memoria Ddr2. Per quanto riguarda i drive ottici, questo prodotto è dotato di un Dvd+R Double Layer/Dvd±RW (presente anche nelle altre unità che abbiamo provato). La Web camera integrata non è invece compresa negli altri prodotti. L’unità offre la tecnologia Bluetooth integrata e incorpora tutti i tipi di accesso wireless per offrire molteplici opzioni di connettività. Il TravelMate8200 è allo stesso livello delle altre unità di Acer transitate da CRN. Quasi sempre questi notebook adottano uno schema solido e robusto, con protezione in fibra di carbonio per il coperchio. Lo schermo da 15,4 pollici dell’unità che abbiamo recensito si è dimostrato particolarmente luminoso usando la risoluzione nativa di 1.680×1.050 pixel. Pur non trattandosi di un monitor da 17 pollici, le differenze nelle dimensioni sono trascurabili. Un aspetto che distingue in modo particolare questa unità Acer è l’estrema velocità indipendentemente dal tipo di operazione. I tecnici sono rimasti sorpresi dalla reattività di questo computer nell’uso contemporaneo di molte applicazioni multimediali preinstallate.

SONY VAIO SZ160PC

L’offerta più recente del produttore, l’unità SZ16OPC al vertice della gamma, segue la strada dei predecessori con un aspetto ultrasottile e ultraleggero. Un elemento dei Vaio che si è sempre distinto in modo particolare è l’eccellente qualità dell’immagine sullo schermo. Malgrado il formato piccolo e sottile, questo notebook offre un display widescreen da 13,3 pollici, che produce immagini realistiche. Il video riprodotto sull’unità è nitida e tutti i colori risultano ben definiti, senza nessun effetto di strisciature o di ghosting. Analogamente all’unità Qosmio di Toshiba, il notebook SZ160PC adotta la tecnologia mobile Intel Centrino Duo a 1,83 GHz. L’unità dispone inoltre di un hard disk Sata con capacità di 100 Gbyte, ha installato 1 Gbyte di Ram Ddr2 e integra la nVidia GeForce Go 7400 associata all’Intel Graphics Media Accelerator 950. Un punto debole di questo notebook è rappresentato dall’alloggiamento impreciso della batteria. Sarebbe stato preferibile adottare una costruzione più solida, in modo da non lasciare spazio a spostamenti che potrebbero portare al distacco della batteria.

HP PAVILION DV8000T

Il notebook dv8000t adotta la tecnologia mobile Intel Centrino Duo mobile a 2,16 GHz. Delle quattro unità esaminate in questa rassegna, il Pavilion è quella più potente. Questo notebook adotta l’hard disk più capiente in assoluto, con 200 Mbyte di spazio. L’unità comprende un processore grafico integrato nVidia GeForce Go 7400 con 256 Mbyte di Vram e ci è stata fornita con 1 Gbyte di Sdram Ddr2 dedicata. Questo notebook fa uso di un display widescreen BrightView da 17 pollici. Analogamente agli altri notebook esaminati in questa rassegna, la qualità di visualizzazione delle immagini statiche e dei video è ottima. Hp sostiene che questo notebook permette ai consumatori di disporre di prestazioni multimediali digitali a livello desktop anche durante i viaggi, ma le sue dimensioni non consentono una vera portatilità. D’altra parte, questa unità è estremamente robusta. Per quanto riguarda le opzioni di connettività, il Pavilion dv8000t dispone del supporto wireless integrato per le Wlan54g 802.11a/b/g e offre la tecnologia Bluetooth.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore