Novell liberalizza Connector

Workspace

Rafforzerà la posizione di Novell su Linux la decisione di rilasciare il
codice Connector 1,4.

Linux è sempre più adottato nei desktop aziendali, questo dato di fatto spinge a una sempre maggiore collaborazione tra sistemi. “Chi utilizza Windows e chi utilizza Linux deve poter utilizzare i sistemi di back end cui è abituato ? ha affermato Nat Friedman, vice presidente del settore desktop technologies di Novell ? per questo motivo abbiamo rilasciato Connector”. Grazie a questa iniziativa, chi ha adottato Linux potrà lavorare sia su piattaforme proprietarie sia open source. E ciò è indispensabile, visto che un gran numero di aziende utilizza Windows. Connector permette a chi usa Microsoft Exchange Server 2000 e 2003 di gestire senza difficoltà e-mail, agenda, rubrica, cartelle condivise con un desktop che utilizza Linux. Secondo quanto dichiarato dall’azienda, Novell pubblicherà durante l’estate Evolution 2.0, release della propria piattaforma Linux nella quale sarà integrato Connector. Evolution 2 si presenterà con numerosi miglioramenti, tra i quali vanno citati nuovi filtri anti spam, gestione dei certificati S/MIME e PGP, l’instant messaging Gaim, supporto ad accout IMAP. A dimostrazione di quanto le strategie dell’open source interessino a Novell, l’azienda ha reso disponibile il tool di SuSe, denominato YaST e iFolder, software per la integrazione di file tra più computer. Il significato dell’operazione è favorire iFolder negli ambienti Linux, Windows, Macintosh e Novell NetWare.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore