Novell si rafforza sulla gestione di Identità e Accessi con nuove acquisizioni

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Novell acquisisce Fortefi e , con un accordo di licenza perpetua con ActivIdentity, prende pieno controllo di SecureLogin

Due acquisizioni nell’area della sicurezza e della gestione delle identità per Novell.

Con la prima la società si porta in casa la tecnologia di Fortefi che sarà alla base della nuova release di Privileged User Manager in arrivo nel secondo trimestre di quest’anno.

La seconda mossa di Novell riguarda il sistema di Single Sign-on Secure Login di ActivIdentity. Questa soluzione, finora disponibile per l’utenza di Novell tramite un accordo di tipo Oem tra le due società, viene ora acquisita attraverso un accordo perpetuo di cessione della licenza del codice sorgente. Il Single Sign-on permette all’utente di avere accesso a tutti i computer e sistemi autorizzati senza l’obbligo d’inserire numerose password. Riduce sia i rischi di errore umano che il numero di richieste all’help desk ma è difficile da implementare perché la maggior parte delle applicazioni e dei sistemi supportano meccanismi differenti per le password.

Privileged User Manager di Novell è costruito sulla base di due prodotti Fortefi, Command Control e Compliance Auditor, e fornisce un controllo di dettaglio sull’accesso e auditing degli utenti ‘super’ o‘root’ attraverso sistemi multipli. Questa acquisizione amplia il focus di Novell sulla migrazione da Unix verso Linux offrendo ai clienti un unico strumento per la gestione dell’accesso dei ‘superuser’ nella fase di migrazione verso Suse Linux Enterprise.

In Italia la normativa sulla privacy richiede un migliore controllo dell’accesso degli utenti alle informazioni sensibili. Nonostante questi requisiti di legge molte aziende condividono le credenziali degli account ‘superuser’ o ‘root’ tra molteplici amministratori di sistemi IT, aumentando le probabilità di una violazione di sicurezza dall’interno della struttura stessa. Privileged User Management diminuisce questi rischi gestendo l’accesso e le password degli utenti “superuser” , nonché tenendo traccia delle operazioni effettuate a fini di auditing. Privileged User Manager entrerà a far parte delle soluzioni di Compliance Management di Novell. ,

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore