Novell svela la sua visione di Linux e i servizi di identity key

Aziende

A Barcellona si è aperto il Brainshare Europe, l’evento degli sviluppatori Novell, dove Jack Messman, chief executive dell’azienda, ha parlato di Unix, Windows e ovviamente Linux

Si è aperta a Barcellona Novell Brainshare Europe dove Jack Messman, chief executive dell’azienda, ha tracciato le linee strategiche di Novell nel mercato dei sistemi operativi e applicazioni software. Jack Messman ha spiegato ai delegati che Novell non ha intenzione di contrapporsi a Unix e Windows bensì vuole proporre ai suoi clienti flessibilità e possibilità di scelta. Novell sta fornendo al mercato It la possibilità di scegliere anche in base agli abbattimenti di costi che l’adozione di Gnu/Linux comporta. Grazie alla capacità di coniugare soluzioni proprietarie con quelle open source, Novell riesce a far convivere insieme i concetti di interoperabilità con gli standard aperti. Per quanto riguarda le strategie di Novell presentate a Brainshare Europe a Barcellona, l’azienda si sta focalizzando su due priorità: sviluppo di Linux e identity management. Con più di 800 persone, dislocate in sette dipartimenti, nel comparto del supporto tecnico globale, Novell si conferma in prima linea anche nel supporto ai sistemi operativi: da SuSE Linux Enterprise Server 9 a Novell NetWare.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore