Panasonic Lumix GX7, tecnologia d’avanguardia e design classico

AccessoriWorkspace
0 0 Non ci sono commenti

NOVITA’ Panasonic Lumix GX7 dispone di connettività WiFi via Nfc, e si presenta con un sistema ottimizzato per catturare più luce che permette di lavorare con la messa a fuoco anche a luminosità di -4EV

Con il suo design classico, e un po’ vintage, Lumix GX7 attira subito l’attenzione degli appassionati che nel tempo hanno vissuto l’evoluzione delle fotocamere e il passaggio dall’era ‘a rullino’ al digitale. Lumix GX7 è elegantissima con un nucelo realizzato in lega di magnesio e la doppia finitura a scelta silver o nera, richiama proprio l’antica scelta di tante fotocamere reflex.

Si tratta di una DSLM (Digital Single Lens Mirrorless) dotata di un mirino elettronico Live View Finder inclinabile fino a 90 gradi, con un sistema a comparsa quasi a pozzetto. Elevata la risoluzione con 2,7 milioni di punti e perfetta riproduzione colore in riferimento allo standard Adobe RGB, non appena si avvicina l’occhio al mirino si attiva immediatamente l’AF grazie ad Eye Sensor. Il processore di immagine è Venus Engine che lavora sui dati del sensore Digital Live MOS da 16 Megapixel. Il sistema di messa a fuoco è di tipo Light Speed AF e ovviamente è poi disponibile il display touch sul retro.

Questo modello Lumix si distingue dalle altre fotocamere Lumix perché secondo il produttore migliora la capacità di catturare la luce, grazie a una nuova disposizione dei pixel, e di conseguenza a un minore spazio occupato dai circuiti che lascia più spazio alla raccolta di luce. Ottimizzate anche le microlenti davanti ai pixel in funzione del medesimo obiettivo.

Due quindi i punti di forza più importanti di questa soluzione: il primo riguardo la capacità di catturare la luce (cui abbiamo appena accennato) e il motore Venus, per la riduzione del rumore nel caso di scarsa luminosità. Dal punto di vista dell’usabilità invece è interessante la soluzione per cui si può inquadrare dal mirino elettronico ma nello stesso tempo ottimizzare la messa a fuoco tramite un semplice tocco sul display posteriore.

Panasonic Lumix GX7
Panasonic Lumix GX7

Con questa funzionalità TouchAF si può regolare la messa a fuoco con un tocco anche nel caso delle riprese video (supportato il formato full hd), così come è possibile impostare il tracking per tenere ‘agganciato’ alla messa a fuoco un volto, per esempio. Altre peculiaritàò della messa a fuoco sono il sistema pin-point AF con la possibilità di impostare ingrandimenti da 3x a 10x in incrementi di 0,1x, mentre One-shot AF permette di utilizzare l’autofocus anche in modalità Manual Focus (MF), Focus Peaking con un sistema di rilevamento che permette persino la selezione di un colore che si staglia come priorità di fuoco all’interno di un set di ripresa, a questo proposito è ancora più interessante la possibilità di mettere a fuoco addirittura a livelli di luce di -4EV, un’illuminazione tipica per esempio del cielo stellato.

Panasonic Lumix GX7 dettagli
Due importanti dettagli: a sinistra l’immagine del mirino

 

Si noti: il sistema distabilizzazione della Lumix GX7 è integrato nel corpo macchina, l’otturatore è in grado di scattare fino a 1/8000 sec e a una velocità di sequenza fino a cinque fotogrammi al secondo in piena risoluzione (16 megapixel, più velocemente a risoluzioni minori). In macchina sono già integrate diverse soluzioni di filtri tipici delle tecniche di manipolazione in camera oscura, per esaltare i contrasti o ridurli, oppure per la creazione direttamente di immagini in bianco e nero, e filtri colore. Alteluci e ombre si regolano direttamente sul touchscreen, proprio nel momento dell’inquadratura. Altri filtri intervengono sugli effetti di movimento tipo ‘stop motion. All’utente resta sempre la possibilità di un primo ritocco, proprio appena scattata la foto, durante la prima visualizzazione.

Lumix GX7 supporta la connettività WiFi tramite NF. Non si tratta di connettività integrata in cmaera, perché avrete sempre bisogno del cellulare per condividere le immagini sui social network o con gli amici, ma il cellulare potrete utilizzarlo anche per telecomandare la fotocamera, magari posizionata su un cavalletto. Anche altri vendor propongono questa soluzione che non è un’esclusiva delle fotocamere Panasonic.

Arriviamo al prezzo. Panasonic Lumix GX7 può soddisfare tutte le esigenze anche del fotoamatore evoluto, rappresenta un un ottimo secondo corpo mirrorless per i professionisti e anche il prezzo è allineato alla qualità complessiva (anche dei materiali) di questa mirrorless di classe. Panasonic Lumix GX7 sarà disponibile da ottobre a 999,99 euro.

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore