NOVITA’: Touch Mouse, Microsoft dà l’addio alla rotella

Stampanti e perifericheWorkspace

Il nuovo mouse Microsoft abbandona la rotella e introduce le gesture con una, due e tre dita. Dallo scrolling delle pagine Web e dei documenti allo zoom sulle foto. Compatibile solo con Windows 7. Nei negozi a 69.90 euro

Presentato a CES 2011 lo scorso mese di gennaio, è da pochi giorni nei negozi italiani Touch Mouse, il nuovo dispositivo di puntamento sviluppato da Microsoft. Come suggerisce il nome si tratta di un mouse che introduce una novità – non assoluta in quanto già Apple è sul mercato con Magic Mouse – nella modalità di interazione tramite mouse.

La superficie è dotata di un rivestimento sensibile al tocco che permette di eseguire tutte le operazioni cui siamo abituati a ricorrere quotidianamente, dallo zoom sulle foto allo scorrimento di documenti e pagine web in senso verticale e orizzontale, al passaggio da una foto ad un’altra, non più con il classico clicca e sposta o ricorrendo alla rotella centrale, che viene del tutto abbandonata, ma con il movimento delle dita. Un dito per lo scrolling, la panoramica o la navigazione bidirezionale tramite browser Web; due dita per la gestione delle finestre e lo zooom sulle foto; tre dita per ridurre tutte le finestre a icona (alternativa al click sull’apposito pulsante accanto alla area di notifica di Windows 7) o per avere una visione d’ineieme di tutte le cartelle, documenti, applicazioni e finestre aperte.

Microsoft Touch Mouse funziona solo con Windows 7
Microsoft Touch Mouse funziona solo con Windows 7

Detto così sembra complicato, ma provato di persona possiamo dire che ci vuole davvero poco per familiarizzare con i movimenti: sparisce la rotella dunque, ma restano i due tasti fisici per la selezione e il menu contestuale, una scelta dettata dalla volontà di non portare gli utenti in modo eccessivamente brusco dall’uso tradizionale del mouse a quello – senz’altro più innovativo – del multi-touch.

Touch Mouse funziona solo con Windows 7, unico sistema operativo Microsoft finora a supportare le gesture. Il design si discosta dall’altro modello che spicca nella line up dei mouse Microsoft, ovvero Arc Touch: non si tratta infatti di un dispositivo piatto, ma mantiene una “classica” gobba, che ne migliora l’ergonomia per uno strumento che spesso ci si trova ad usare per molte ore al giorno.

Naturalmente non ci sono fili, il mouse comunica con il computer tramite il nano-ricevitore Usb Wireless a 2.4 GHz che può essere inserito in un apposito vano alla base del mouse quando non in uso o in caso di trasporto, ad esempio in viaggio. Microsoft Touch Mouse è alimentato da due batterie stilo (AA), necessarie per supportare le gesture: un indicatore luminoso segnala quando l’autonomia delle pile è in esaurimento e si rende necessaria la sostituzione.

La base di appoggio di Touch Mouse: si nota il nano ricevitore WiFi inserito nell'apposito alloggiamento
La base di appoggio di Touch Mouse: si nota il nano ricevitore WiFi inserito nell'apposito alloggiamento e il pulsante di accensione/spegnimento

L’utilizzo di Touch Mouse è possibile anche su superfici lucide grazie all’impiego della tecnologia BlueTrack, già in uso su alcuni dei recenti modelli presentati da Microsoft. Touch Mouse è in vendita nei negozi al prezzo di 69,90 euro ed è uno degli accessori, insieme a Arc Touch ed Explorer Touch Mouse, che danno diritto a chi ne acquista almeno uno di avere in regalo una Card Cinema 2×1 valida sei mesi (due ingressi al prezzo di uno).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore