NPD fotografa la corsa dei Chromebook

AziendeChromebookMarketingMercati e FinanzaWorkspace
I Chromebook corrono, mentre il mercato Pc si limita ad arrestare il declino
2 0 2 commenti

I Chromebook corrono a tre cifre, mentre il mercato Pc si limita ad arrestare il declino, dopo anni di pesanti flessioni

I Chromebook vanno meglio del previsto I computer economici, con sistema operativo basato sul cloud, corrono, mentre il mercato Pc si limita ad arrestare il declino, dopo anni di pesanti flessioni. La società d’analisi NPD fotografa una crescita a tripla cifra: si tratta di un incremento del 250% anno su anno, grazie alla diffusione dei Chromebook nelle scuole statunitensi, dove sostituiscono vecchi computer Windows. Ma i Chromebook stanno guadagnando terreno anche fuori dal settore education: rappresentano fra il 5% e il 7% delle vendite notebook retail, ma soprattutto costituisco il 25% di tutte le vendite di laptop retail sotto il prezzo medio di 300 dollari.

Chrome OS si può ormai definire la terza piattaforma OS nel mercato desktop, dove ha scalzato Gnu/Linux, alle spalle di Windows e Mac OS X. I Chromebook offrono il design di una clamshell Windows tradizionale dal prezzo ultra competitivo: il low-cost è un vantaggio innegabile.

I Chromebook corrono, mentre il mercato Pc si limita ad arrestare il declino
I Chromebook corrono, mentre il mercato Pc si limita ad arrestare il declino

Lo scorso maggio Intel ha svelato i Chromebook basati sui processori per notebook, Bay Trail. I Chromebook con i chip di Intel costeranno a partire da 349 dollari, mentre altri modelli costeranno sotto i 200 dollari. Intel promette 11 ore di autonomia e Wi-Fi ottimizzato.

I Chromebook sono dispositivi da viaggio, che si posizionano fra i tablet e i notebook classici: sono laptop dedicati al cloud computing, per chi è sempre connesso. Ma i Chromebook stanno anche conquistando le scuole statunitensi, dove sono passati da 5.000 a 10.000 unità nel giro di un anno.

Di recente anche Lenovo ha introdotto il suo primo Chromebook: N20 e N20P sono i primi laptop con Chrome OS del produttore cinese, primo vendor del mercato Pc su scala mondiale.

Secondo NPD è in atto una frammentazione del mercato Pc, attraverso la quale gli OS riescono a entrare nel mercato individuando una propria nicchia: la popolarità dei Chromebook, va contestualizzata in questo scenario.

Il mercato Pc, dopo due anni in rosso, ha registrato una crescita “zero virgola” secondo Gartner: la prima timida ripresa dopo anni, dovuta al pensionamento definitivo di Windows Xp.

Microsoft teme il fenomeno Chromebook, tanto da aver dedicato una pagina ad hoc per spiegare i motivi per cui sarebbe preferibile un Pc Windows economico rispetto a un Chromebook. Segno di nervosismo a Redmond: per rispondere alla minaccia, alla Worldwide Partner Conference, Microsoft ha presentato Stream, un laptop di Hp da 199 dollari. Equipaggiato con Windows 8.1, arriverà nella stagione natalizia.

Google ha appena presentato una buona trimestrale: la 18esima trimestrale consecutiva in crescita, con fatturato che s’impenna del 20%. Google non solo sta beneficiando del passaggio all’era Mobile, ma trae anche vantaggio da Internet delle Cose (IoT) e Wearable tech (tecnologia da indossare, dagli smartwatch agli smartglass). Google ha raggiunto 17 miliardi di investimenti nel budget nell’ultimo quinquennio e ha speso 13 miliardi di dollari in ricerca.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore