Nuova avventura WiFi per Google e Skype

Aziende

Il motore di ricerca, l’azienda di telefonia VoIP e venture capitalist investono per creare il più vasto network di hotspot WiFi

Le ambizioni wireless di Google non accennano a spegnersi. E dopo la sperimentazione regalata a San Francisco, il motore di ricerca insieme a Skype e ad alcuni protagonisti del venture capitalism (Index Ventures e Sequoia Capital) si tuffa in una nuova avventura senza fili. L’ambiziosa iniziativa punta, entro la fine dell’anno, a creare il più vasto network di hotspot WiFi. La prima tappa è a Madrid con u n investimento iniziale di 18 milioni di dollari (per Foneros che trasformano i propri hotspot WiFi casalinghi in hotspot aperti all’uso di chiunque si trovi in quel raggio di azione). I Foneros si dividono in tre categorie, dai nomi ironici: i Linus (da Linus Torvalds, il creatore di Linux), coloro che condividono gratuitamente il network; Alien, quelli che si connettono alle reti Fon ma non condividono; i Bill (da Bill Gates), quelli che condividono i ricavi guadagnati da altri Alien a altri Bill. Fon, creata da Martin Varsavsky, dai 3 mila spot registrati in due mesi e 53 paesi da novembre, sta crescendo a velocità superiore della professionale T-Mobile. Il Fon network si sta rivelando una tecnologia dirompente e adesso ha trovato tre nuovi investitori.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore