Nuova maxi stangata Ue a Microsoft

Autorità e normativeNormativa

La nuova megamulta della Commissione europea al colosso di Redmond è di 899 milioni di euro

La nuova maxi stangata Ue a Microsoft è di 899 milioni di euro e fa impallidire la megamulta del marzo 2004, di quasi 500 milioni di euro per violazione della normativa Antitrust. La recentissima svolta Open source, o meglio di apertura all’interoperabilità, da parte di Microsoft, non ha incantato la Ue, rimasta fredda all’annuncio del Ceo di Microsoft Steve Ballmer e di Ray Ozzie. Ma in realtà la nuova stangata chiude le vicende vecchie, relative a 4 anni fa.

Microsoft risulta sanzionata per 1,68 miliardi di euro complessivi, per la violazione originale e per non essersi piegata per tempo alle sanzioni.

Microsoft è la prima società in 50 anni di politica sulla concorrenza Ue che la Commissione ha dovuto multare per non aver rispettato una decisione in materia di antitrust“, ha sottolineato la Commissaria alla Concorrenza Neelie Kroes in una nota. Il braccio di ferro per abuso di posizione dominante si trascina dal 2004. La battaglia antitrust sembrava essersi conclusa con la conferma della prima maxi multa da parte del Tribunale di prima istanza dell’Ue nel settembre 2007 e con l’accordo raggiunto da Microsoft con Samba sull’interoperabilià dei server .

Microsoft invece confida nella svolta sull’apertura dei codici per mettersi in regola a iniziare da Vista e da Windows Server 2008, a poche ore dal lancio mondiale . Ma da alcune settimane la Ue indaga su Office Open Xml , che tra l’altro in questi giorni cerca l’approvazione a standard Iso in Svizzera . Anche O pera Software ha recentemente attaccato Microsoft per il browser Internet Explorer.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore