Nuova politica licenze da Microsoft

Aziende

Per favorire l’adozione dei nuovi processori multicore, Microsoft adotta una nuova strategia di gestione delle licenze.

Nessun costo di acquisto aggiuntivo di licenze. E’ quanto promette Microsoft con la nuova strategia legata al rilascio delle licenze per i nuovi processori multicore destinati ai server, disponibili dal prossimo anno. Le licenze, pertanto, continueranno a essere gestite per processore e non per il numero dei core. Questa decisione è stata presa dalla multinazionale per favorire l’adozione delle nuove tecnologie da parte delle aziende, che potranno così beneficiare delle maggiori prestazioni dei nuovi processori senza andare incontro a ulteriori esborsi. La nuova politica entra in vigore da subito e coinvolge prodotti della famiglia Windows Server System che dispongono della licenza d’acquisto per processore, tra cui Microsoft Sql Server e Microsoft BizTalk Server. Sia Intel che Amd hanno dichiarato che rilasceranno i processori dual-core per server nel corso del 2005, e intendono includere nelle prossime roadmap i processori multicore. “?Attraverso una stretta collaborazione con le aziende produttrici di processori – ha affermato Alfredo Pizzirani, responsabile marketing dei programmi licensing di Microsoft Italia -Microsoft vuole permettere ai clienti di ogni dimensione di avvantaggiarsi dei progressi in termini di capacità elaborativa rappresentati dai processori multicore. Crediamo che le piattaforme dual e multicore saranno uno dei fondamenti per i sistemi di prossima generazione, anche per i desktop e i portatili home e business”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore