Nuova stangata Antitrust a Telecom e Wind

Autorità e normativeNormativa

Le pratiche commerciali scorrete costano 900mila euro ai due operatori italiani

Telecom Italia e Wind inciampano ancora una volta nelle maxi multe Antitrust. Luova stangata Antitrust, comminata a Telecom e Wind, è di 900mila euro totali: Wind-Infostrada dovrà sborsare 165.000 euro e Telecom Italia 735.000 euro (di cui 215.000 per la pubblicità della tariffa Chiara di Tim, 285.000 euro per essere stata reticente sui servizi adsl ‘Alice 7 Mega’ e 235.000 euro per il messaggio pubblicitario a promozione della tariffa ‘Tim Sogno’).

Invece la pubblicità di Wind offriva al consumatore l’illusione“di poter accedere immediatamente alla rete dell’operatore telefonico, interrompendo contestualmente il rapporto commerciale con Telecom”.

A fine marzo l’Antitrust ha comminato maxi-multe per oltre 2,2 milioni di euro a otto operatori: Telecom Italia dovrà pagare 640.000 euro; Vodafone 560.000 euro; Wind 480.000 euro; Buongiorno 115.000 euro; Dada 125.000; Zed 95.000 euro; H3G 155.000 e Zeng 55.000 euro.

Lo scorso novembre il Tar del Lazio ha azzerato le sanzioni comminate dall’ Antitrust a Telecom Italia e Wind, rispettivamente per 315.000 euro e per 265.000 euro, a causa del fatto che i messaggi pubblicitari non erano di loro competenza. Le maxi multe per oltre un milione di euro complessivo, erano state inflitte a causa delle suonerie e della pubblicità ingannevole associata.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore