Nuove appliance per una gestione scalabile dei dati

CloudServer

Teradata ha presentato una gamma di appliance per il data warehousing capace di adattarsi a ogni fascia di utenti aziendali

Si chiama Teradata 550 Smp la prima di una serie di appliance che la società ha dedicato alle necessità dipartimentali che avendo realtà multiprocessore simmetriche possono così decidere come ripartire il flusso dei dati tra i vari processori. 550 Smp è scalabile fino a 6 TB e gira su sistema operativo Novell Suse Linux 64-bit o Windows. Il prezzo base della soluzione è di 67mila dollari mentre gli altri due modelli sono Teradata 2500, un sistema entry-level venduto a 125mila dollari per terabyte e ingegnerizzato da processori Intel dual core mentre la versione enterprise

Teradata

5500 parte da 200mila dollari per terabyte.

Tutte e tre le proposte, motorizzate dal database Teradata 12, fungono da repository dei dati per la reportistica e le analisi. I sistemi sono progettati come una piattaforma di business intelligence per l’organizzazione, o un sistema analitico per applicazioni verticalizzate come l’identificazione delle frodi e le attività di prevenzione, la segmentazione dei consumatori le risorse umane o il forecasting.

Teradata 5550 è indirizzata agli ambienti enterprise più dinamici che devono gestire batch continui, interrogazioni, reporting ma anche attività analitiche complesse per centinaia di utenti. Rispetto alla piattaforma precedente, il nuovo sistema, in combinazione con il database Teradata, offre fino al doppio delle performance.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore